Come mantenere l'abbronzatura estiva: i rimedi naturali - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Abbronzatura estiva: come conservarla a lungo

Bere molta acqua, almeno due litri al giorno. Niente detergenti aggressivi. Per lavarsi, meglio la doccia del bagno. A tavola molta frutta, lattuga, radicchio, pomodori e olio d'oliva

COME MANTENERE L’ABBRONZATURA ESTIVA 

Acqua, tanta acqua: almeno due litri al giorno. Lavarsi con la doccia e non restare a mollo nella vasca da bagno. Niente detergenti aggressivi, e puntare su quelli a base di betacarotene e carotenoidi. L’abbronzatura estiva si conserva a lungo, anche per qualche mese, grazie ad alcuni essenziali rimedi naturali, senza così sprecare soldi per trattamenti ad hoc. Gesti semplici per il corpo, per la pelle, che coinvolgono anche la tavola e l’abbigliamento. Per difendere la tintarella, infatti, diventano decisive frutta e verdure (le solite cinque porzioni sono essenziali). Per esempio: melone e pesche, e anche lattuga, cicoria, spinaci, radicchio, pomodori e zucca. E tanto olio d’oliva e frutta secca, che contengono la preziosa vitamina E.

PER APPROFONDIRE: Scottature solari, i rimedi naturali

COME MANTENERE L’ABBRONZATURA SUL CORPO

Per quanto riguarda la pulizia del corpo, optate per la doccia e non per il bagno: passare troppo tempo in acqua accentua l’esfoliazione delle pelle ed evitate l’utilizzo di detergenti aggressivi. Scegliete del sapone di Marsiglia vegetale o del sapone a base di mallo di noce e massaggiate la pelle con qualche goccia di olio di germe di grano, ricco di vitamina E, antiossidante.

Per una corretta idratazione della pelle del corpo scegliete inoltre l’olio di carote e l’olio di avocado, due prodotti che potete trovare anche in erboristeria e non dimenticate di bere molto durante il corso della giornata in modo da assicurare all’organismo l’idratazione di cui ha bisogno. Bere molta acqua vi permetterà inoltre di evitare la comparsa delle antiestetiche macchie. Se preferite invece associare all’acqua anche una bevanda più gustosa, scegliete l’acqua di cocco, idratante e ricca di sali minerali.

PER APPROFONDIRE: Crema doposole fai da te e naturale

COME MANTENERE L’ABBRONZATURA SUL VISO 

Sia al mattino che alla sera, stendete sul viso una buona crema idratante: l’ideale consisterebbe nell’applicarla più volte durante il corso della giornata, in alternativa optate per l’acqua termale da vaporizzare sulla pelle del viso.

ALIMENTAZIONE ABBRONZANTE

Oltre all’idratazione, per mantenere a lungo l’abbronzatura, è necessario prestare attenzione all’alimentazione. Cercate di consumare frutta e verdura come carote, melone, albicocche, pesche, peperoni e pomodori. Fate il pieno di questi prodotti, anche perché alcuni saranno poi impossibili da trovare tra qualche mese.

LEGGI ANCHE: Preparare la pelle al sole, le regole per ottenere un’abbronzatura sana e perfetta

PROFUMI E ABBIGLIAMENTO

Evitate i profumi non naturali, contengono quantità eccessive di alcol, nemico giurato dell’abbronzatura. Quanto all’abbigliamento,  in questo periodo eliminate indumenti troppo stretti e puntate su tessuti leggeri, il più possibile, approfittando anche delle temperature ancora alte.

L’ACQUA TOGLIE L’ABBRONZATURA?

Ci sono persone che, una volta abbronzate, diventano molto parsimoniose con docce e bagni nella vasca per la paura di perdere la tintarella. Sbagliano e sprecano una buona occasione per essere più puliti: l’acqua non toglie l’abbronzatura. L’unica eccezione riguarda l’acqua della piscina, in quanto contiene il cloro che in genere secca la pelle e produce molto film idrolipidico. Se dunque fate nuoto, sport prezioso per i suoi benefici, per non perdere l’abbronzatura dove semplicemente fare una doccia abbondante, con acqua dolce e non clorata, appena uscite dalla vasca. In questo modo eviterete anche il rischio del fastidioso prurito che può colpirvi a causa del cloro.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

LE RICETTE CHE AIUTANO A NON PERDERE LA TINTARELLA

Share

LEGGI ANCHE:

<