Questo sito contribuisce all'audience di

Code in aeroporto, i trucchi corretti per evitarle. Come posizionarsi al momento dell’imbarco

Evitate le ore più affollate. Viaggiate solo con il bagaglio a mano. Seguite i giapponesi, sono i più veloci. Utilizzate i vantaggi previsti dalle carte di credito. E al momento dell’imbarco…

Condivisioni

COME EVITARE LE CODE IN AEROPORTO

Arrivate in aeroporto e avete due file, una per il check in e l’altra per l’imbarco, molto lunghe. La cosa vi scoraggia e vi mette di pessimo umore: il viaggio, magari una piacevole vacanza, inizia nel peggiore dei modi. Che fare per evitare questo enorme e fastidioso spreco di tempo? Esistono i trucchi salta fila? E come si applicano?

LEGGI ANCHE: Come viaggiare con il bagaglio a mano. Più risparmio e meno rischi

COME EVITARE FILE IN AEROPORTO

Partiamo da un presupposto: le file si rispettano, anche quando non ci fanno comodo. Quindi i consigli che vi proponiamo non sono cose da furbi, ma semplicemente dei trucchi appunto, che arrivano dall’esperienza di viaggio, dalle statistiche e da alcuni esperimenti che abbiamo fatto sul campo. Ma è tutto regolare.

Scegliere il giorno giusto per la partenza.  Se potete, ci sono alcuni giorni che dovete cercare di evitare assolutamente: per esempio la fascia oraria del venerdì dalle 16 alle 20, o anche quella dei decolli super mattinieri, tra le 7 e le 9 del mattino, e la domenica. Non impiccatevi a una data e a un’ora, e siate flessibili.

Solo bagaglio a mano. Qui il risparmio è duplice. Soldi e tempo. Molte compagnie, innanzitutto le low cost, si fanno pagare a caro prezzo la spedizione del bagaglio, e quindi basta attrezzare una valigia che sia solo bagaglio a mano, con il relativo peso, e il gioco è fatto. Niente extra da pagare, e niente fila al check in, in quanto potete farlo online e andare direttamente al vostro gate il giorno della partenza.

Occhio ai giapponesi. Se li trovate al momento dei controlli di sicurezza, altro possibile ingorgo, seguiteli. Sono abilissimi e grandi viaggiatori. Sempre con il bagaglio a mano, risultano i più veloci, statistiche alla mano, nel momento di superare i controlli di sicurezza. Non fanno domande inutili, non sprecano tempo, e hanno l’abbigliamento giusto per evitare di spogliarsi per passare alle macchine del metal detector.

I vantaggi con le carte di credito. Se usate una carta di credito, sceglietene una che sia convenzionata con una compagnia importante. Esempio: l’Alitalia ha un accordo con l’American Express, in base al quale i titolari di una carta di questo tipo (con alcune caratteristiche) possono accedere a tutti i varchi prioritari della compagnia. Al check in e all’imbarco. Anche altre società assicurano lo stesso servizio, una bella comodità che non costa nulla.

Gli extra chiesti dalle low cost.  Queste compagnie, invece, l’accesso prioritario lo fanno pagare. Le tariffe variano, e quindi dovete informarvi sul prezzo per la corsia preferenziale, generalmente riservata a chi viaggia in classe business o a chi è titolare di una particolare carta fedeltà, come la Freccia Alata nel caso dell’Alitalia. In genere, la forchetta di questo servizio extra oscilla tra i 5 e i 9 euro, ma qualche compagnia la spara grossa, e arriva fino a 15-20 euro. Evitatela.

Il trucco del posizionamento. Quando arrivate al cancello d’imbarco, vi trovate con due file, una per i passeggeri autorizzati con la scritta “Prioritario” e l’altra per i normali viaggiatori. Immaginiamo che voi apparteniate a questa seconda categoria. Non fate la furbizia di mettere il bagaglio in fila e di sedervi: non è corretto e sicuramente qualcuno protesterà. Invece, fate esattamente il contrario. Andate a sedervi su una poltrona la più vicina possibile al varco prioritario e aspettate. Vedrete che quando gli ingressi prioritari saranno ultimati, sarà lo stesso addetto all’imbarco a invitare “tutti gli altri passeggeri” ad imbarcarsi. A quel punto potete alzarvi, e presentarvi con biglietto e documento. Avrete evitato la noia e il tempo di una lunga coda, per giunta in piedi.

Attenzione ai voli affollati. Quando il volo è molto affollato, una buona precauzione è quella di imbarcarvi il prima possibile, anche se c’è da fare una fila. In caso contrario, rischiate infatti che il comandante, per motivi di sicurezza, non accetti più le valigie da mettere sotto il sedile o nella cappelliera. A quel punto avrete la beffa di vedervi sottrarre il bagaglio, che andrà nella stiva e che potrete ritirare solo all’arrivo. Perdendo tutti i benefici di un viaggio con solo bagaglio a mano. 

(Credits immagine di copertina: Robert Hoetink / Shutterstock.com)

CONSIGLI PER VIAGGIARE IN SICUREZZA:

  1. Viaggiare con cani e gatti, tutto quello che bisogna sapere. Dalla sicurezza al biglietto
  2. Viaggiare con il jet-lag: tutti i consigli per evitare lo stress del fuso orario
  3. Viaggiare in aereo, 10 consigli essenziali per volare comodi. Senza spendere soldi extra
  4. Viaggiare con i bambini: come evitare il mal d’auto, in piena sicurezza e senza capricci
  5. Paura di volare: i consigli per combatterla e viaggiare sereni, tranquilli e rilassati