Come coltivare l’anemone anche in casa

Molta luce, ma non esporre la pianta direttamente ai raggi del sole. I bulbi si piantano in inverno, e la fioritura avviene con temperature tra i 18 e i 20 gradi

ANEMONE

L’anemone è una pianta perenne che comprende circa 750 specie e numerosissime varietà. Esistono due gruppi di anemone: quelli erbacei, a fioritura primaverile, e quelli rizomatosi, a fioritura estivo-autunnale. Ambedue sono caratterizzati da fiori a coppa, di colore bianco, rosso, rasa, viola e azzurro, semplici o semidoppi. Le foglie sono di un bel verde brillante. Gli anemoni vengono utilizzati sia per balconi (per esempio la specie A. japonica) sia per aiuole e bordure (A. coronaria).

COME COLTIVARE L’ANEMONE

La coltivazione dell’anemone, un fiore molto raffinato, conosciuto anche come “fiore del vento” per la raffinatezza del suo calice, non è difficile, e la pianta può raggiungere facilmente fino a 15 centimetri di altezza. 

LEGGI ANCHE: Coltivazione della buddleia in un vaso o in giardino

ESPOSIZIONE E CLIMA 

Gran parte delle varietà di anemoni, che hanno tutti bisogno di molta luce, è molto resistente e si adatta anche alle basse temperature. Amano sia il pieno sole sia l’ombra: l’importante è che non siano esposte al forte vento.

TERRENO E CURE COLTURALI 

L’anemone non richiede un terreno particolare, purché sia ben drenato, per evitare ristagni idrici. Per una bella fioritura si consiglia una buona concimazione organica primaverile e a fine fioritura è bene intervenire con il taglio della vegetazione a livello del suolo. 

IRRIGAZIONE

Questi fiori non necessitano di molta acqua (è sufficiente quella utile a mantenere umido il terreno) e soffrono i ristagni liquidi. Nella stagione più impegnativa per la crescita della pianta, tra la primavera e l’autunno, bastano due-tre irrigazioni alla settimana, controllando sempre che il terreno sia asciutto e pronto a ricevere nuova acqua.  

SEMINA E FIORITURA 

A settembre-ottobre si interrano i piccoli rizomi, dopo averli lasciati rinvenire in acqua tiepida per qualche ora. La fioritura avviene nel periodo primaverile-estivo e la temperatura ideale per la fioritura è tra i 14 e i 20 gradi.

PER APPROFONDIRE: Piante da fiore: quasi la metà sono a rischio

COLTIVAZIONE IN VASO

Se decidete di coltivare l’anemone in un vaso, dovete scegliere un contenitore capiente e profondo, per consentire alla pianta di crescere in lunghezza e in larghezza. La messa a dimora va fatta in inverno, con i bulbi interrati a una profondità di 7-10 centimetri. È opportuno in questa fase proteggere bene la pianta con un’abbondante pacciamatura.

COLTIVAZIONE IN CASA

In casa, l’anemone deve avere luce, ma la pianta non può essere esposta direttamente ai raggi del sole.  La varietà più adatta per la coltivazione in casa è la japonica, che riunisce tutte le specie di anemone con fioritura autunnale. 

PROBLEMI E RIMEDI

Difficilmente gli anemoni hanno problemi bisogna però fare attenzione a non bagnare troppo i bulbi, che marcendo diventano facile preda di attacchi parassitari, ed evitare che gli afidi invadano le foglie. Con gli afidi, gli altri grandi nemici dell’anemone sono le mosche bianche.

L’immagine di copertina è tratta da Wikipedia

FIORI BELLISSIMI DA COLTIVARE IN GIARDINO:

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto