Questo sito contribuisce all'audience di

Come affrontare il rientro a scuola con i bambini

Lunedì suonerà la campanella dell'avvio dell'anno scolastico 2014-2015, ecco come affrontare il rientro a scuola con i bambini in maniera serena

Condivisioni

COME AFFRONTARE IL RIENTRO A SCUOLA –

Il rientro a scuola è un momento delicato dell’anno. Dopo tre mesi di vacanze estive i bambini e i ragazzi tornano di nuovo tra i banchi. Come possiamo aiutare i nostri figli a recuperare i giusti ritmi per affrontare l’impegno scolastico? Ecco qualche semplice consiglio.

LEGGI ANCHE: Quali attività extra scolastiche proporre ai bambini

RITMI SONNO-VEGLIA –

Anticipiamo gradualmente l’ora del risveglio mattutino e anche quella della nanna. E’ importante che i ragazzi dormano 8/10 ore per affrontare la giornata scolastica. Cerchiamo di abituarli con gradualità a questo cambiamento.

SANA COLAZIONE –

Cominciando con l’anticipare la sveglia gradualmente in modo che il bambino avrà il tempo per fare un’adeguata prima colazione. Ricordate che la prima colazione, come raccomandano i nutrizionisti, deve coprire almeno il 15-20 per cento dell’apporto calorico giornaliero. Non esagerate con le calorie di brioche e prodotti confezionati in quanto le calorie devono provenire da tutti i nutrienti: 12-15 per cento dalle proteine, 30 per cento dai grassi e 50-55 per cento dai carboidrati. A questi dovete aggiungere poi le vitamine, i sali minerali, le fibre e l’acqua. Spazio quindi a latte, cereali, yogurt, fette biscottate, biscotti secchi, marmellata e soprattutto una bella macedonia di frutta fresca o in alternativa un’ottima spremuta d’arancia.

ATTIVITA’ ALL’ARIA APERTA –

Finché il tempo lo permette è importante permettere ai bambini di giocare all’aperto, in questo modo l’organismo si scaricherà, produrrà endorfine – che contrastano in maniera naturale il cattivo umore – e aiuteranno la ripresa con sprint.

COME AFFRONTARE IL RIENTRO A SCUOLA

LEGGI ANCHE: Come affrontare il rientro dalle vacanze estive nel migliore dei modi

NO A TROPPI IMPEGNI –

Cerchiamo di bilanciare il più possibile il tempo del riposo dei ragazzi con quello delle attività. Dopo aver passato 8 ore a scuola non si può richiedere loro anche di frequentare ogni giorno sport e laboratori extrascolastici. Per quanto le attività che vengono proposte siano giocose e divertenti rappresentano comunque un impegno da rispettare.

TV E VIDEOGIOCHI CON MODERAZIONE –

Anche se li abbiamo lasciati giocare più del solito e guardare la tv con più flessibilità, torniamo a limitare l’utilizzo dei dispositivi elettronici sia per favorire un buon sonno ristoratore che per abituarli al ritorno tra i banchi. Preferiamo invece attività da tavolo e giochi di società da fare tutti insieme

PER APPROFONDIRE: Educare i bambini al valore dei soldi

LEGGI ANCHE: