Questo sito contribuisce all'audience di

“Città del bio”: una rete di 250 comuni che valorizzano l’agricoltura biologica

Solo prodotti tipici e locali, rigorosamente realizzati con tecniche biologiche. Vendite a chilometro zero. A partire da un olio speciale ...

Condivisioni

CITTÀ DEL BIO –

L’ultimo prodotto è un prezioso olio biologico, realizzato nei terreni confiscati alla mafia a Collesano, in provincia di Palermo. Una grande campagna, tornata a vivere nella legalità, con 62 ettari coltivati e 22mila alberi di ulivi. Tutto questo è visibile sul sito www.cittadelbio.it, una vera e propria rete che collega e promuove i territori dove l’agricoltura biologica è diventata ormai un punto di forza e di eccellenza.

LEGGI ANCHE: Dalla terra alla tavola, in Piemonte, a Bibiana, la cooperativa agricola “Il Frutto Permesso”

LA RETE DI COMUNI CITTÀ DEL BIO –

L’associazione “Città del bio”, infatti, è una grande piattaforma che unisce 250 comuni che valorizzano i prodotti tipici locali (rigorosamente biologici), sostengono la filiera corta e gli acquisti a chilometro zero e difendono la biodiversità con l’adozione di alcune varietà a rischio di estinzione. Un sito e una rete tutta da visitare e, magari, allargare.

PER APPROFONDIRE: A Roma la spesa bio viene consegnata in bicicletta a domicilio, il servizio del gas Zolle

LEGGI ANCHE: