Questo sito contribuisce all'audience di

In Svezia la casa-serra che si riscalda con il sole e abbatte i costi di luce e gas

Si trova a Quila, uno degli isolotti di Stoccolma, e permette anche di coltivare tante varietà di frutta e verdura, normalmente difficili da ottenere a causa delle temperature piuttosto rigide.

di Posted on
Condivisioni

CASA SERRA NATURHOUSE –

Azzerare, o quasi, le bollette di luce e gas grazie all’energia solare: l’innovazione arriva dalla Svezia e precisamente da Quila, uno degli isolotti di Stoccolma in cui vivono Marie Granmar e Charles Sacilotto, marito e moglie che hanno deciso di ristrutturare la propria casa estiva in modo da risparmiare denaro e rispettare l’ambiente.

LEGGI ANCHE: Bornholm, l’isola che non spreca energia

IN SVEZIA LA NATURHOUSE CHE NON SPRECA ENERGIA –

Ispirandosi ai principi dell’ecosostenibilità diffusi nel 1970 dall’architetto Bengt Warne, fondatore del primo esperimento di NaturHouse, Marie e Charles hanno così deciso di circondare l’abitazione di pannelli trasparenti in vetro dello spessore di circa 4 millimetri, creando una sorta di serra di 200 metri quadri totali, grazie alla quale è possibile fare ricorso al sole sia per riscaldare che per illuminare la casa.

casa-serra-naturhouse-svezia-risparmio-energia-elettrica-gas (2)

Questa particolare struttura ha permesso inoltre di costruire un sistema di trattamento delle acque reflue che consente di irrigare l’orto che circonda la villetta. Senza contare che la speciale struttura permette anche di ricreare le condizioni per la coltivazione di tante varietà di frutta e verdura che per non potrebbero essere coltivate in condizioni normali a causa delle temperature piuttosto rigide.

casa-serra-naturhouse-svezia-risparmio-energia-elettrica-gas (3)

NATURHOUSE IN SVEZIA –

Una casa accogliente e a emissioni zero e un progetto che ha visto un investimento di 84mila dollari e che tende a diventare sempre più diffuso in Svezia. Al Sud del Paese lo studio TailorMade Arkitekter in collaborazione con Living Serra, ha ristrutturato quello che un tempo era un fienile utilizzato per il deposito di macchinari agricoli in  una serra che sfrutta l’energia solare e al cui interno vi sono un ristorante, terrazze con vista sul lago e sale in cui si organizzano conferenze.

GUARDA IL VIDEO:

PER APPROFONDIRE: Uralla, in Australia la città energeticamente autosufficiente grazie alle fonti rinnovabili

LEGGI ANCHE: