Questo sito contribuisce all'audience di

Brand di successo sempre più green: ma occhio alle etichette

di Posted on
Condivisioni

Partiamo da un dato di fatto: ai consumatori interessano sempre più prodotti che siano a basso impatto ambientale e che dunque li aiutino a avere uno stile di vita sostenibile. Le aziende che avranno successo saranno quelle che risponderanno al meglio al desiderio dei consumatori rispetto agli acquisti verdi. Premesse per un greenmarket o per un greenwashing?

Secondo Tim Mobsby, vice-presidente per il marketing europeo di Kellogg’s:

I consumatori sono sicuramente alla ricerca di aziende che fanno le cose giuste. I prodotti non bastano più. I clienti vogliono i dettagli di chi ha fabbricato un prodotto e ciò in cui credono e vogliono scegliere le marche che condividono i propri valori.

Tutti disposti a spendere di più? Macchè! A fronte di un tenore di vita confortevole e attento all’ambiente gioca un ruolo di primo piano il prezzo dei prodotti: non deve essere alto. E’ la crepa in cui si innesta facilmente il greenwashing, per cui aziende disoneste immettono sul mercato prodotti che non hanno nulla di eco se non una passata di vernice verde.