Questo sito contribuisce all'audience di

Badanti e spesa alimentare: allearsi con i condomini per risparmiare

Condivisioni

Insieme, per rispamiare e vivere meglio. Si sta allargando a macchia d’olio l’esperimento di Bologna, dove 80 condomini hanno deciso di condividere due voci fondamentali nei loro budget familiari: la spesa alimentare e la badante per gli anziani. Il meccanismo è molto semplice: sotto la regia di Confabitare, l’associazione dei proprietari immobiliari, i condomini bolognesi gestiscono insieme queste due uscite. Per la spesa sono stati formati dei Gruppi di acquisto solidali con un delegato per ciascun condomonio che, ogni settimana, procede agli acquisti per tutti presso Il Centro Agro-alimentare di Bologna (Caab). Il risparmio è enorme: il costo della spesa è stato tagliato di circa il 40 per cento. Quanto alle badanti, ne sono state assunte 45 che assistono 178 anziani, a turno e secondo un accordo che prevede un certo numero ore presso ciascun condomino. Poi ognuno paga la sua quota, circa 200-250 euro a famiglia, una cifra ben diversa dal costo medio di una badante che parte dai 1.000-1.200 euro. Le spese fisse e le pratiche burocratiche, dai conbtributi all’Inps alla copertura assicurativa, sono curate direttamente dagli uffici di Confabitare. Dice Alberto Zanni, presidente di Confabitare a Bologna:” Il nostro augurio è che presto il condomio che divide spesa e badanti sia una pratica diffusa in tutta Italia”.

LEGGI ANCHE: