Questo sito contribuisce all'audience di

Cicerone e l’acqua rubata: l’app per insegnare ai bambini a non sprecare l’acqua

Il team di Tria design ha dato vita ad una app che vuole essere il primo episodio di una serie di analoghe app sulle buone pratiche ecologiche. Questa app ha per protagonista l'elefantino Cicerone e attraverso di esso i bambini che ci giocano imparano a rispettare l'ambiente.

di Posted on
Condivisioni

APP PER BAMBINI PICCOLI – Francesca De Nobili e Silvia Nanni, due mamme molto attente alle buone pratiche ecologiche ed etiche hanno dato vita a Tria design, uno studio fondato per realizzare prodotti sicuri di intrattenimento etico ed educativo.

LEGGI ANCHE: App per bambini, alla festa con Tina la Talpina per sviluppare creatività e apprendimento

CICERONE E L’ACQUA RUBATA – Le due mamme hanno utilizzato le loro competenze per creare uno story book in forma di app per la fascia di età compresa tra i 2 e i 7 anni indicativamente (ma l’app è stata provate e apprezzata anche da bambini più grandi d’età) per spiegare e far comprendere ai piccoli quanto sia importante non sprecare l’acqua.

Il nome dell’app è “Cicerone e l’acqua rubata“, si tratta di un e-book interattivo disponibile in lingua italiana e inglese per iOS e Android. Le due creatrici hanno affermato “Possiamo dire di aver costruito questa app per e con i nostri figli!

COME FUNZIONA L’APP “CICERONE E L’ACQUA RUBATA” – “Cicerone e l’acqua rubata” è un’avventura per raccontare l’importanza di non sprecare l’acqua. Colori, effetti sonori e animazioni tutti da scoprire, una storia da ascoltare o da far leggere a mamma e papà. Una app che fa guardare con etica al futuro e che fa avvicinare i bimbi alla tecnologia in modo consapevole. Questa app una volta installata non richiede accessi a Internet o ad altre funzionalità dello smartphone o del tablet.

È dalla piccola età che bisogna iniziare a familiarizzare con lo spreco in generale e ancor di più con lo spreco di acqua. E quale miglior modo per farlo se non con un gioco?

PER APPROFONDIRE: Come insegnare ai bambini a rispettare l’ambiente

Il progetto è in concorso per l’edizione 2014 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui!

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!