Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Cattive abitudini: la frutta è brutta? Allora la butto nella spazzatura

Da un rapporto dell'associazione britannica "Global Food Security" è emerso che il 40 per cento della frutta e verdura prodotta in Gran Bretagna non arriva neanche nei negozi perché considerata "poco accettabile dal punto di vista estetico". E questo è solo il primo spreco.

Condivisioni

SPRECO FRUTTA E VERDURA – Basta una semplice ammaccatura, o anche soltanto una scalfitura e la frutta finisce nei cestini dell’immondizia. Sprecata. Il Rapporto dell’associazione britannica Global Food Security fa venire la pelle d’oca: il 40 per cento della frutta e verdura prodotta in Gran Bretagna non arriva neanche nei negozi perché è considerata “poco accettabile dal punto di vista estetico”. Ed è il primo spreco.

LEGGI ANCHE: A Berlino, il frigo degli avanzi contro gli sprechi di cibo

SPRECHI ALIMENTARI IN EUROPA – Poi segue quello che si consuma nelle famiglie, sempre per lo stesso motivo di immagine. Ogni famiglia inglese getta nel cestino dell’immondizia, in media, qualcosa come 5 chili di frutta e verdura per pure ragioni estetiche. Eppure talvolta è proprio il contrario: una mela, o un grappolo di uva, con qualche ammaccatura per la grandine sono perfino più saporite.

LO SPRECO DI CIBO IN GRAN BRETAGNA – Lo scandalo della frutta e della verdura sprecate si somma a quello complessivo del cibo che in Gran Bretagna finisce nell’immondizia senza una precisa ragione, solo per spreco. Ogni anno in Inghilterra si gettano 15 milioni di tonnellate di cibo, delle quali la metà viene eliminata direttamente dalle famiglie dopo l’acquisto, e lo spreco alimentare vale dalle 480 alle 680 sterline a famiglia. Una cifra enorme. Un danno al quale si abbina il fatto che sono tantissime le persone che ricorrono ai centri di assistenza che distribuiscono cibo ai bisognosi.

È il mondo rovesciato e ingiusto, descritto dalle parole di Madre Teresa di Calcutta“In una stanza si spreca, nell’altra si crepa”.

PER APPROFONDIRE: Dolci a base di mele, tutte le ricette per non sprecare le mele mature

LEGGI ANCHE: