In Colombia arriva la riforma agraria | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Colombia: finalmente la terra ai contadini

Una riforma agraria promessa da decenni ma mai realizzata. E così lo 0,4 per cento della popolazione controlla quasi la metà delle terre in Colombia. Una situazione insostenibile.

In Italia ha cambiato la storia del Paese. Ha redistribuito ricchezza, ha consentito a milioni di contadini di salire sull’ascensore sociale e avvicinarsi al benessere, ha aumentato la produttività in agricoltura. Parliamo della riforma agraria del 1950, una delle prime leggi sistemiche del dopoguerra italiano, alla base del successivo boom economico.

TERRA AI CONTADINI IN COLOMBIA

Qualcosa del genere potrebbe avvenire in Colombia, un paese martoriato da una guerra civile infinita che si è conclusa con un accordo di pace comprendente, tra i punti più importanti, proprio la riforma agraria. Ovvero la distribuzione delle terre ai contadini. Eppure, l’accordo, sottoscritto dal governo colombiano e dai guerriglieri delle Farc, risale al 2016 e non è mai stato applicato in questa parte decisiva. Le cose sono cambiate dopo la vittoria alle elezioni di Gustavo Petro che ha iniziato la redistribuzione delle terre, punto fondamentale del suo programma con il quale è diventato presidente della Colombia. La prima tranche di terre assegnate ai contadini riguarda una superficie di 680 mila ettari di terreno: una cifra mai vista nella storia della Colombia.

RIFORMA AGRARIA IN COLOMBIA

Attualmente lo 0,4 per cento della popolazione in Colombia possiede il 46,3 per cento della terra coltivabile e degli 11,3 milioni di ettari che potrebbero essere utilizzati per le produzioni agricole, soltanto 3,9 milioni sono coltivati. Allo stesso tempo la Colombia, che potrebbe autoprodurre tutto e invece spreca cibo, importando tra i 13 e i 14 milioni di tonnellate di cibo all’anno. Una situazione insostenibile, come hanno sottolineato anche i vescovi del paese, che Petro intende modificare nella convinzione di come la concentrazione dei terreni sia il principale problema della Colombia. Che potrebbe cambiare la sua storia grazie alla riforma agraria, come l’Italia.

AGRICOLTURA: COSA SAPERE

  1. Fermes d’Avenir: le fattorie del futuro per rendere l’agricoltura più sostenibile
  2. H2Agro, dalla ricerca italiana un progetto per eliminare gli sprechi di acqua in agricoltura
  3. Orti solidali, il progetto per curare con l’agricoltura chi soffre di gravi disturbi psichici

 

Share

<