Ripopolare i comuni abbandonati - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Duemila euro per chi si trasferisce a Bormida, l’iniziativa contro lo spopolamento (Foto)

Secondo i dati di Legamabiente sono 1650 i borghi che rischiano di essere abbandonati in Italia. Per questo è sempre più necessario introdurre incentivi che permettano un’inversione di tendenza. Ecco cosa ha proposto il sindaco di questo piccolo comune in provincia di Savona

di Posted on
Condivisioni

RIPOPOLARE I COMUNI ABBANDONATI –

La notizia ha fatto talmente tanto scalpore da essere ripresa anche dal prestigioso quotidiano britannico The Guardian, che ha voluto raccontare l’iniziativa lanciata dal sindaco di Bormida un paesino di 394 abitanti in provincia di Savona, che sta lottando per non veder scomparire la sua comunità. Per riuscirci ha lanciato un programma approfondito di incentivi che, tra le altre misure, prevede anche un assegno di 2mila euro per chi decide di venire a vivere in questo piccolo borgo. Da decenni, infatti, la comunità di Bormida subisce un lento dissanguamento che spinge soprattutto i giovani a emigrare in cerca di lavoro e di nuove opportunità.

LEGGI ANCHE: Piccoli borghi, la lezione cilena (foto). Li salvano vecchi artigiani e giovani imprenditori

BORMIDA –

Il paese si trova nello splendido entroterra ligure, sulla strada che da Finale Ligure sale al Colle del Melogno e che conduce in territorio piemontese, nella parte iniziale della Alpi Marittime. Tutto arroccato, si sviluppa in altezza, su un territorio dall’altitudine compresa tra 420 e 1386 metri sul livello del mare. Per favorirne il ripopolamento, già dal 2014, il primo cittadino aveva lanciato un programma di affitti a prezzi bassissimi: 50 euro al mese per le case a metratura normale, 120 euro per quelle un po’ più spaziose. Ma evidentemente non è bastato e il sindaco ha deciso di spingersi più in là. L’incentivo, che deve ancora essere approvato in consiglio comunale, verrà concesso a chi deciderà di affittare o comprare un appartamento a Bormida e trasferire lì la sua residenza.

RIPOPOLARE PICCOLI BORGHI –

Lo spopolamento è una piaga che sta colpendo sempre più comuni in giro per l’Italia. Secondo i dati di Legamabiente sono 1650 i borghi che rischiano di essere abbandonati in Italia. A gennaio 2017 il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini ha annunciato l’iniziativa “2017 Anno dei borghi”, un progetto volto a promuovere il turismo proprio nei luoghi che rischiano di essere abbandonati. Per questo ben vengano iniziative come quella di Bormida che cercano di invertire la tendenza. Un consigliere comunale del paesino, intervistato dal Guardian, ha spiegato: “Stiamo ancora lavorando al piano, ma chiunque voglia venire a vivere qui è benvenuto. Siamo una piccola comunità ma pronta all’accoglienza. Ci troviamo nella parte alta dell’area montana, ma nemmeno troppo lontani dal mare, quindi offriamo uno stile di vita salutare. L’aria è molto pulita”.

COME SALVARE I PICCOLI BORGHI

Salviamo l’Italia dei borghi, ma con i fatti. A partire da una legge ferma in Parlamento…

L’Italia dei borghi, un patrimonio da salvare. E una meta perfetta per le vacanze di Pasqua

Alberghi diffusi: così i borghi abbandonati tornano a vivere (Foto)

In Sardegna, a Ollolai, la prima casa venduta a un euro per combattere lo spopolamento