Ricetta crostata di visciole | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Crostata di visciole, la ricetta più antica per cuocerla facilmente in meno di un’ora

È il dolce più famoso della cucina laziale. Usate lo zucchero di canna. Come si può conservare, senza sprecarla, anche per quattro giorni

Tempo di preparazione: 50 minuti

Tempo di cottura: 40-50 minuti

Difficoltà: Bassa

È il dolce più famoso della cucina laziale: la crostata di visciole è anche facile da preparare e può essere utilizzata sia a cena sia all’orario della prima colazione. Ottima anche in combinazione con una tazza da tè nel pomeriggio.

RICETTA CROSTATA DI VISCIOLE

Quella che presentiamo qui è la ricetta più antica e più semplice, per realizzare una gustosa crostata senza sprechi.

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 450 grammi di visciole o di marmellata di visciole
  • 120 grammi di zucchero di canna
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo
  • Il succo di 1 limone
  • 300 grammi di farina
  • 150 grammi di zucchero a velo
  • 100 grammi di burro
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 2 cucchiaini d’olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Preparate con cura la pasta frolla, magari utilizzando un mixer da cucina con le lame. Inserite farina, burro, uova e limone. Andate avanti fino ad ottenere un composto sabbiato che lavorate su una spianatoia con un pizzico di sale.

Aggiungete lo zucchero a velo e impastate bene con le mani, fino a formare un panetto.

Avvolgete il panetto in una pellicola e mettete in frigorifero per un paio d’ore.

Lavate le visciole ed eliminate i noccioli, poi le mettete in una padella a cuocere per una ventina di minuti.

Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare, imburrate la tortiera e infarinatela.

Recuperate dal frigorifero la pasta frolla, stendetela con il mattarello e poi la mettete nella tortiera eliminando i bordi in eccesso.

Fate aderire bene la pasta frolla alla tortiera e poi passate a inserire le visciole (o la marmellata: qui una proposta bio davvero strepitosa).

Infornate in forno a 180 gradi, se si tratta di un forno statico, per 50 minuti. A 160 gradi, se si tratta di un forno ventilato, per 40-45 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare la vostra crostata prima di servirla a tavola.

PER APPROFONDIRE: Crostata al limone, la ricetta senza burro, con lo yogurt e le mandorle

COME SI CONSERVA LA CROSTATA DI VISCIOLE

Per non sprecare la vostra crostata, una volta che avanza, dovete semplicemente conservarla a temperatura ambiente. Sotto una campana di vetro, o coperta da un foglio di carta di alluminio. In queste condizioni la crostata di visciole può durare anche quattro giorni.

LE NOSTRE CROSTATE PER LA COLAZIONE:

Shares