Questo sito contribuisce all'audience di

Un mondo bello e pulito, in una scuola elementare della Brianza il rispetto dell’ambiente si insegna con la musica. E con dolci canzoni (foto e video)

Il maestro di musica, Luigi Nicolardi, nelle sezioni A e B delle terza elementare della scuola «Dante Alighieri», sta sperimentando una nuova didattica. Sostenibilità insegnata con le canzoni. Per imparare innanzitutto a fare bene la raccolta differenziata. E per piantare alberi

Condivisioni

RACCOLTA DIFFERENZIATA A SCUOLA   

«Voglio un mondo bello e pulito», questo è il titolo della canzone composta dalle sezioni A e B di terza elementare della scuola “Dante Alighieri” di Corezzana, in Brianza, che sta diventando virale in rete. Grazie al maestro di musica Luigi Nicolardi e alla sua visione innovativa di insegnamento tra i banchi di scuola, questi giovani vengono abituati fin da piccoli a capire l’importanza della raccolta differenziata e dell’impegno che tutti dovrebbero mettere nel realizzarla.

LEGGI ANCHE: Recyclize, il divertente videogame che insegna ai bambini come fare la raccolta differenziata (foto)

RACCOLTA DIFFERENZIATA A RITMO DI RAP

Abolito l’insegnamento del classico flauto dolce che ormai cattura sempre di meno l’interesse dei giovani, il maestro Nicolardi ha deciso di lavorare con la tastiera, a ritmo rap, producendo canzoni in grado di trasmettere messaggi importanti e orientare il pensiero dei bambini. Con la produzione della canzone «Voglio un mondo» i giovani ragazzi hanno voluto evidenziare l’importanza della tutela dell’ambiente, partendo appunto dalla raccolta differenziata.

Nella canzone, molto orecchiabile, i bambini cantano in coro le parole chiave del futuro. Responsabilità, sostenibilità, rispetto: tutte parole declinate dalla fantasia appassionata dei bambini. Che sognano un mondo che sia «pieno di energia», ma non quella inquinante, quanto la forza di una passione civile e di un’azione quotidiana di cittadini non passivi. E, a proposito di passività, il «mondo bello e pulito» non è solo declinato, ma anche praticato dai bambini della scuola Dante Alighieri. Entrambe le classi della terza elementare hanno ottenuto un finanziamento regionale, con il quale hanno piantato 50 olmi presso un’area verde in Brianza. Un gesto concreto per andare verso «un mondo bello e pulito».

Il progetto è in concorso per l’edizione 2018 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui!

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+

PROGETTI IN CONCORSO PER L’EDIZIONE 2018 DEL PREMIO NON SPRECARE: