Porta la tazza, l'iniziativa del bar Ciabot | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Porta la tazza, l’idea molto efficace di un bar per evitare lo spreco dei rifiuti di tazze in cartone

Con l'hashtag #PortaLaTazza, il bar Ciabot ha lanciato una campagna ecologica per ridurre i rifiuti dei materiali da asporto. Con un vantaggio per i clienti: ogni dieci caffè o cappuccini consumati, uno è gratis

Ogni dieci caffè o cappuccini consumati, uno è gratis. Non è la solita proposta promozionale per catturare i clienti e renderli più affezionati al proprio locale, ma è una vera e propria campagna civica. Per ridurre sprechi di materiale di carta e cartone, e per diminuire i rifiuti che si stanno moltiplicando con l’asporto presso i bar e i ristoranti.

PORTA LA TAZZA

Siamo a Villarbasse, in provincia di Torino, e i titolari del bar Ciabot hanno lanciato un hashtag che ha avuto grande successo, e non solo nella zona: si chiama #PortaLaTazza e già dal titolo si capisce il meccanismo dell’iniziativa. In pratica: i clienti del bar Ciabot possono portare da casa una loro tazza o tazzina per il caffè e il cappuccino. Il barista metterà sul tavolo un piattino, il cliente ci piazzerà sopra la sua tazzina che andrà sotto la macchina per essere riempita, senza mai essere toccata dal personale del bar. Tutto semplice, tutto efficace.

LEGGI ANCHE: Zucchero, il conto stratosferico che paghiamo per il suo spreco al bar. Milioni di euro in contanti, tonnellate di carta e di spazzatura

COME RIDURRE I RIFIUTI DA ASPORTO

Con vantaggi per tutti. I clienti possono risparmiare, beneficiando attraverso la promozione del bar, di fatto di uno sconto del 10 per cento (l’equivalente di un caffè gratis ogni dieci consumati, i clienti del bar spenderanno meno soldi per rifornirsi di tazzine di carta e cartone, i cittadini vedranno meno rifiuti in strada. Per dare un’idea della quantità di immondizia che si va a risparmiare, il solo bar Ciabot ogni giorno, dall’inizio della pandemia produce 2 sacchi di immondizia solo per gli oggetti utilizzati per il consumo di caffè e cappuccini.

PER APPROFONDIRE: A Milano dieci donne lottano contro la plastica. Educando i bar a non usare stoviglie usa e getta

COME RIDURRE IL CONSUMO DI BICCHIERI USA E GETTA

“La nostra iniziativa non è ispirata all’idea di guadagnare di più, ma di sensibilizzare tutti a un uso più accorto e meno sprecone dei materiali necessari al consumo di bevande in un periodo così complesso” spiega Alessia Bruno, una ragazza di 25 anni, da sempre impegnata sui temi dell’ambientalismo.

La campagna del bar Ciabot ha un precedente importante in Gran Bretagna. A Sevenoaks, nella regione del Kent, il coffe shop Otto’s Coffe House & Kitchen ha lanciato una campagna molto simile a quella dell’italiano bar Ciabot. Un’ottima idea che potrebbe essere introdotta ovunque in Italia.

L’immagine è tratta dalla pagina Facebook del bar Ciabot

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

LE INIZIATIVA PER RIDURRE I RIFIUTI:

Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?