Questo sito contribuisce all'audience di

La musica al servizio della lotta al caporalato. In provincia di Foggia è nata l’Orchestra dei braccianti (video)

Promossa dall’associazione ambientalista Terra!, punta a far conoscere le ingiustizie di un sistema che costringe migliaia di lavoratori al limite della schiavitù. Per riuscirci ha messo insieme musicisti, contadini e lavoratori provenienti da 9 Paesi diversi

di Posted on
Condivisioni

ORCHESTRA DEI BRACCIANTI

Combattere il caporalato con la musica. È questo l’obiettivo dell’Orchestra dei braccianti, un’iniziativa nata per favorire integrazione e dialogo in provincia di Foggia. Promossa dall’associazione ambientalista Terra!, che da un decennio è attiva in progetti e campagne sui temi dell’ambiente e dell’agricoltura ecologica, l’Orchestra mette insieme musicisti, contadini e lavoratori provenienti da 9 Paesi diversi per sensibilizzare il pubblico sui temi del caporalato. Un obiettivo che, allo stesso tempo, consente di offrire una via di fuga da condizioni inumane ai braccianti che hanno deciso di farne parte.

LEGGI ANCHE: Libri in 25 lingue per fare integrazione, la storia della Biblioteca Interculturale di Roma

BRACCIANTI CAMPAGNE FOGGIANE

L’Orchestra dei braccianti è sostenuta dal Fondo di Beneficenza di Intesa Sanpaolo e si inserisce all’interno del progetto “Voci Migranti“, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. Il complesso è composto da 18 musicisti provenienti da 9 Paesi diversi, ed ha debuttato ufficialmente lo scorso 9 novembre sul palco del Teatro Mercadante di Cerignola, in provincia di Foggia. Nato per denunciare le cause dello sfruttamento del lavoro nei campi e “l’insostenibilità di un’industria che troppo spesso produce povertà, segregazione e diseguaglianza”, l’Orchestra punta anche a far uscire da condizioni di indigenza e precarietà dei giovani che nella musica trovano un modo per rinascere. Oltre ai braccianti, l’iniziativa dà voce anche a coloro che si battono per i diritti dei lavoratori della terra e che ogni giorno lottano per mettere fine a un sistema che si fonda sullo sfruttamento. L’obiettivo, ora, dopo aver suonato a Cerignola è portare l’Orchestra in giro per l’Italia per raccontare le condizioni di questi “schiavi” moderni.

PROGETTI MUSICALI PER BRACCIANTI

Al concerto di lancio dell’iniziativa, che ha ottenuto la partnership del Comune di Cerignola e della Flai-Cgil, ha partecipato anche Salvatore Villani, musicista, etnomusicologo e direttore del Centro Studi Tradizioni Popolari del Gargano e della Capitanata. Anche grazie al suo aiuto i ragazzi hanno realizzato armonie folk, blues, ma anche pop, musica africana e indiana dando forma a una stupenda commistione di culture che comunica attraverso un’unica lingua: la musica.

ESEMPI VINCENTI DI INTEGRAZIONE