Nuova isola in Antartide - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Antartide: i ghiacci si sciolgono e compare una nuova isola

Avvistato i primi di febbraio da una spedizione di ricerca sui ghiacciai. Coperto da una calotta di ghiaccio e neve, non era rilevabile dai satelliti. Non è la prima volta che un territorio si formi grazie allo scioglimento dei ghiacci perenni

Baia di Pine Island, 75esimo parallelo Sud. La nave di una spedizione scientifica sta perlustrando la zona, quando si imbatte in un’isola non segnata sulle carte di navigazione. Sembra apparsa dal nulla, ma non c’è nulla di magico. La nuova isola al largo della costa ovest dell’Antartide non è altro che il risultato del normale sollevamento della crosta terrestre in seguito allo scioglimento dei ghiacciai, come si è potuto osservare ad altre latitudini.

LEGGI ANCHE: Svizzera: il funerale degli ambientalisti per la scomparsa del ghiacciaio Pizol (video)

NUOVA ISOLA IN ANTARTIDE

L’isolotto, infatti, è la prova tangibile dei danni del surriscaldamento climatico, dell’impatto che può avere sugli ecosistemi del pianeta, così come le implicazioni scientifiche della scoperta sono fondamentali per il perfezionamento dello studio sui ghiacciai.

Il primo avvistamento dell’isola è risalente al mese di Febbraio, quando l’equipaggio della Nathaniel B. Palmer, nave da ricerca capace di produrre ghiaccio e attualmente impegnata in ricerche sulla stabilità del ghiacciaio Thwaites, resta incredulo davanti a un cumulo di terra coperta da una calotta di ghiaccio e neve, che l’aveva resa praticamente invisibile a tutti i rilevamenti satellitari.

Non è ancora possibile determinare la data di nascita dell’isolotto, come racconta alla rivista Nature, la prima a darne notizia, la geologa marina Julia Wellner, ricercatrice dell’Università di Houston e a capo del team di ricerca. I campioni raccolti, però, potrebbero aiutare a aiutare a determinare la velocità di sollevamento del continente, così da formulare ipotesi e previsioni sul futuro di ghiacciai: un sollevamento veloce potrebbe andare a fare una pressione eccessiva sulla calotta glaciale provocandone la rottura, ma un sollevamento costante e graduale potrebbe anche fungere da ancora per i ghiacciai, impedendo loro di sconfinare in mare aperto.

PER APPROFONDIRE: In Islanda la targa per ricordare il ghiacciaio Okjökull, scomparso a causa dei cambiamenti climatici

ISOLA NATA DAL SOLLEVAMENTO TERRESTRE

Tuttavia, l’ipotesi della formazione di tale isola per via del sollevamento di terra a causa dello scioglimento dei ghiacci perenni sta in piedi, e non sarebbe il primo caso: lo specifica il professor Paul Cutler, direttore del programma di glaciologia presso la Fondazione di Scienze Naturali dell’Università di Alexandria, in Virginia.

I risultati dell’inchiesta, in forma preliminare, non saranno disponibili prima di un altro mese: la Palmer è attesa in porto solo intorno al 25 marzo.

(Immagine in evidenza tratta dalla rivista Nature // Photocredits: Gui Bortolotto)

CAMBIAMENTO CLIMATICO:

 

 

Shares