Vivi lieve, la newsletter di Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Nasce la Newsletter della comunità Non sprecare. Due volte alla settimana consigli e notizie

La nostra bussola: Vivi lieve. Con quattro punti cardinali. Gentilezza e condivisione; godimento e cura della natura; silenzio e sonno; coltivazione del dubbio

Se vuoi ricevere la nostra Newsletter clicca qui.

Benessere fisico e spirituale. Piccoli gesti quotidiani per migliorare la nostra vita e quella degli altri, sapendo che non si può essere felici da soli. Consigli pratici per risparmiare, non sprecare, e stare sempre dalla parte della natura. Idee semplici, ma concrete, che aiutano a conquistare la leggerezza della vita piena.

Due volte alla settimana la newsletter che vi proponiamo seleziona per voi storie, consigli, racconti e personaggi di un nuovo modo di stare al mondo. Per iscrivervi è semplicissimo: non costa nulla e basta cliccare qui.

VIVI LIEVE: LA NEWSLETTER DI NON SPRECARE

La nostra bussola per un nuovo stile di vita, che vi proponiamo ogni giorno con consigli e storie, è fatta di quattro punti cardinali. Primo: gentilezza, condivisione, ascolto, fisicità nei rapporti umani, parallela all’imprescindibile dimensione del virtuale. Ovvero baci, abbracci e carezze. Incontri e non solitudine.

Secondo: godimento degli spazi della natura, imparare a muoversi e nutrirsi, senza ossessioni, curare come nostra, e non di altri ignoti, la casa comune, coltivare i valori del senso civico e dell’urbanità. Valorizzare la tecnologia ma non mettersi in ginocchio di fronte alla sua inarrestabile tendenza al dominio dell’uomo. E dunque camminare, amare gli alberi, perdersi nelle atmosfere di un mercato, considerare la spesa un contatto con l’altro e un pezzo della nostra cultura, tradizione comprese. Fare una dieta, se necessario, e non escludere a priori la più urgente oggi: quella digitale.

Terzo: scoprire il silenzio, il riposo, il sonno e i sogni. Ribellarsi, altra parola-chiave di questo stile di vita che vi proponiamo, alla sola idea che poiché il mondo è diventato, e sarà sempre più, globale e competitivo, noi siamo costretti a restare ammassati e spossati nella «società della stanchezza». Chi lo ha deciso? E quando?

Vivi lieve per acquisti online

Per acquistare “Vivi Lieve”
basta un click qui

Piuttosto, nei piaceri della vita leggera e piena ci sono la lettura e i viaggi (nella memoria, nei luoghi, tra e con le persone), sinonimi di uno stesso eros.

Quarto: coltivare il dubbio e non barricarsi nelle trincee fatte con la sabbia delle certezze, sapendo che è proprio questo il sentiero che può portarci all’approdo, al dono della fede. E in ogni caso, la vita interiore vale almeno quanto quella esteriore, e comprende altruismo, fino al gesto supremo del perdono, alla gioia di donare senza aspettative di ricompensa e senza condizioni.

PER APPROFONDIRE: Vivi lieve, il denaro serve ma è un mezzo e non deve mai trasformarsi in un fine

Il senso religioso della vita, la fede ne è solo una componente anche se di immenso valore, serve anche a prendere le distanze dai rischi che accompagnano l’umana tendenza alla ricerca del denaro e del potere. Pericoli che si riassumono in una sola, antica e attualissima parola: hybris, qualcosa di molto simile a un delirio di onnipotenza. E vivere con leggerezza significa anche vaccinarsi dal virus dell’hybris.

Se vuoi ricevere la nostra Newsletter clicca qui.

Share