Questo sito contribuisce all'audience di

Spesa last minute: è boom. Sconti fino all’80 per cento

Il portale Last Minute Sotto Casa avvisa i clienti, con un sms o una mail, della merce a prezzo di saldo. Nella grande distribuzione i corner dedicati ai prodotti prossimi alla scadenza: meno 50 per cento.

Condivisioni

LAST MINUTE SOTTO CASA –

Il progetto sta sfondando in tutta Italia. È la spesa last minute, che riguarda prodotti invenduti o prossimi alla scadenza, che piccoli negozianti, ma anche grandi supermercati offrono in tempo reale alla loro clientela a pressi super scontati. Il portale Last Minute Sotto Casa, nato da un incubatore di imprese del Politecnico di Torino, ha già circa 15mila utenti e 400 negozi aderenti.

LEGGI ANCHE: Free Social Market, a Roma e a Pescara il supermercato in cui si fa la spesa gratis

COME FUNZIONA IL SERVIZIO LAST MINUTE SOTTO CASA –

Il cliente lascia al negozio alimentare più vicino alla propria abitazione i propri riferimenti: un indirizzo mail, un cellulare per ricevere un sms o un’applicazione attraverso lo smartphone. E aggiunge anche quali sono i prodotti scontati ai quali può essere interessato. Verso la fine della giornata, il commerciante lo avvisa, indicando quantitativi disponibili e prezzi: se lui accetta, deve solo passare dal negozio, pagare e ritirare la merce. Con questo sistema si stanno sommando tre vantaggi, per i consumatori e per le aziende commerciali. Innanzitutto si riducono gli sprechi alimentari che sono ancora molto alti lungo l’intera filiera, dall’acquisto al consumo. E meno sprechi significano anche minori costi per le aziende, sia di smaltimento (vedi la tassa sui rifiuti) sia di conservazione. In secondo luogo, i commercianti riducono gli invenduti e quindi hanno meno magazzino da smaltire e allo stesso tempo possono garantire prodotti più freschi ai loro clienti. Infine, i consumatori risparmiano perché lo yogurt o il formaggio, acquistati last minute, si pagano anche a metà prezzo.

RISPARMIARE SUI COSTI DELLA SPESA ED EVITARE SPRECHI –

La necessità di ridurre gli sprechi e aumentare le vendite sta spingendo l’intera rete della grande distribuzione a spingere sulle offerte last minute nel carrello. Con nuovi spazi di convenienza per chi fa la spesa. In alcune catene, come Iper, Coop e Carrefour, compaiono ormai stabilmente delle vasche frigorifero con prodotti che scadono entro i prossimi cinque giorni. Lo sconto, per chi li acquista, varia dal 20 all’80 per cento rispetto ai prezzi normali. E non parliamo solo di yogurt o latticini, ma anche di carne e tortellini freschi. Altre catene, come Esselunga, Selex e Coop, invece a fine giornata oppure alla vigilia del giorno festivo di chiusura, offrono prodotti freschi, in particolare pesci e crostacei, con uno sconto tra il 30 e il 50 per cento. Da Auchan,  i latticini, lo scatolame e i salumi prossimi alla scadenza sono messi in liquidazione con l’80 per cento di sconto. Ed a Padova perfino i prodotti biologici, tradizionalmente più cari, sono venduti con forti sconti  con la tecnica del last minute. L’iniziativa si chiama “Ultimo minuto Bio”.

PER APPROFONDIRE: Discount or die, ecco quando fare la spesa low cost conviene