Questo sito contribuisce all'audience di

“Leggiamo almeno due libri al mese” (Mark Zuckerberg)

Il fondatore di Facebook lancia una campagna sul web a favore del libro cartaceo. Una mossa per i suoi affari? Può darsi. Ma il messaggio comunque è importante.

di Posted on
Condivisioni

INIZIATIVE PER INCENTIVARE LA LETTURA –

Detta da lui, è una notizia. Il fondatore di Facebook, Marck Zuckerberg, ha iniziato l’anno lanciando una sorta di proposta-buona intenzione, rivolta a tutti i suoi fan, circa 30 milioni di utenti: riscopriamo il libro, e leggiamone almeno due al mese. Fa effetto vedere come anche il capo di un grande network che, con i vari social e il boom del web, sta contribuendo in modo determinante all’eclissi del libro cartaceo, adesso si lanci in questa campagna di educazione civica a sostegno della lettura.

LEGGI ANCHE: “Libri in soccorso”, il progetto di Legambiente Campania per portare le librerie negli ospedali

UN ANNO DI LIBRI: L’INIZIATIVA DI FACEBOOK PER STIMOLARE LA LETTURA –

Zuckie ricorda la funzione essenziale della lettura per la formazione, per la ricchezza intellettuale di una persona, per lo sviluppo del senso critico. Tutto vero, e perfino scontato. La novità, ripetiamo, è che a dirlo sia un killer, forse il più potente, dei libri. E lo fa passando dalle parole ai fatti, con l’apertura di una nuova pagina Facebook intitolata A Year of Books («Un anno di libri») nella quale sarà lui in prima persona a segnalare alcune letture (una ogni due settimane) per poi discuterle con gli utenti. La pagina è già un successo sulla rete, con oltre 100mila iscritti.

SU FACEBOOK IL CIRCOLO LETTERARIO “UN ANNO DI LIBRI” –

La scossa di Zuckerberg ha sollevato qualche perplessità tra gli esperti delle New Economy, e qualcuno ha voluto collegarla all’obiettivo del fondatore di Facebook di entrare, con forza, nel ricco mercato del social reading , cioè la lettura e il dibattito online, spinti proprio dal recupero del volume cartaceo. Sarà. In ogni caso, anche se ci fosse un’intenzione “affaristica”, l’appello di Zuckie vale oro, e va preso sul serio perché il libro, con la crisi in cui è sprofondato, ha bisogno anche di testimonial importanti per sopravvivere.

PER APPROFONDIRE: Libri da leggere ai bambini, come avvicinarli alla natura e al non spreco attraverso la lettura