Fare pipì nella doccia | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Fare pipì nella doccia per risparmiare 4mila litri d’acqua ogni anno

Un piccolo gesto per risparmiare oltre 120 litri d'acqua al giorno. Lo sciacquone è infatti responsabile di quasi il 50% del nostro consumo idrico giornaliero. Ridurne l'uso è un modo per aiutare l'ambiente

di Posted on
Condivisioni

FARE PIPÌ NELLA DOCCIA –

Quattromila litri di acqua all’anno. È quanto potreste risparmiare con un piccolo, semplice gesto: fare pipì nella doccia.

Non vergognatevi: senza usare lo sciacquone farete bene all’ambiente ed eviterete di sprecare una risorsa preziosa.

LEGGI ANCHE: Come risparmiare acqua in casa, le regole d’oro

QUANTA ACQUA CONSUMA UN WATER –

Ogni volta che tiriamo lo sciacquone del water se ne vanno via nei tubi dai 6 ai 12 litri di acqua, se si parla di una toilette a cassetta.

Se si considera che si chi beve molto va al bagno anche dieci volte in un giorno, si può arrivare a un consumo totale di acqua potabile di 120 litri.

Secondo l’Istat consumiamo circa 250 litri d’acqua al giorno. Questo vuol dire che lo sciacquone è responsabile di quasi il 50% dell’acqua che usiamo quotidianamente.

PER APPROFONDIRE: Come risparmiare acqua

RISPARMIO ACQUA WATER –

Se proprio non vi va di fare pipì nella doccia, potete anche optare per un water a “doppio tasto”, che accanto al pulsante normale ne ha anche uno più piccolo (per i risciacqui più rapidi), che fa fluire un massimo di 3 litri d’acqua alla volta.

LE CAMPAGNE PASSATE –

Già Giselle Bundchen si era spesa a favore di questa pratica. C’era poi stata una campagna dell’associazione brasiliana SOS Mata Atlântica, “Xixi no Banho”, sempre sullo stesso tema, e quella #gowiththeflow dell’Università di East Anglia a Norwich.

Insomma, le iniziative per risparmiare acqua in bagno sono molte e proseguono nel tempo. Non resta che dare ascolto a ciò che consigliano!