Questo sito contribuisce all'audience di

Non sprecate l’acqua in casa: tutte le regole per tagliare i consumi

Un semplice frangigetto significa risparmiare il 30 per cento. Lavare l’auto porta a un consumo di 130 litri: non c’è bisogno di farlo tutte le settimane. Usate l’acqua della pasta per lavare i piatti.

di Posted on
Condivisioni

COSA FARE PER NON SPRECARE ACQUA –

L’ultimo censimento ISTAT delle acque ad uso civile dice che nei capoluoghi di regione il consumo per uso domestico procapite è di 192 litri al giorno, che in un anno fanno circa 70.000 litri, ma di questi almeno 8.000 litri, e di conseguenza almeno 6 Kg di CO2, potrebbero essere risparmiati seguendo semplici comportamenti ecosostenibili come quelli di seguito riportati.

LEGGI ANCHE: Irrigazione a goccia, come funziona per risparmiare acqua in terrazzo e nell’orto

  • Applicare un frangigetto (detto comunemente anche rompigetto, aeratore, diffusore o riduttore di flusso) al rubinetto, in questo modo si arricchisce di aria il getto d’acqua  e si ottiene una riduzione dei consumi dal 30% al 40% (si possono risparmiare  fino a 2.000 litri per persona all’anno).
  • Ridurre la quantità di acqua nella vaschetta, inserendo un elemento che occupi spazio (come una bottiglia d’acqua)  e facendo però attenzione a non intralciare il galleggiante e il meccanismo di scarico. Se si utilizza un bottiglia da 1,5 litri e si considera che mediamente ognuno utilizza lo sciacquone almeno 3 volte al giorno, si può ottenere un risparmio di circa 1.650 litri per persona all’anno.
  • Controllare che gli impianti idrici domestici non presentino perdite, chiudendo tutti i rubinetti e verificando che il contatore non giri. Un  rubinetto che gocciola spreca 4.000 litri all’anno, un water che perde acqua spreca oltre 30.000 litri all’anno.
  • Chiudere il rubinetto quando si insaponano le mani, si spazzolano i denti, si rade la barba o si fa lo shampoo, in questo modo si possono risparmiare dai 2.000 ai 2.500 litri per persona all’anno.
  • Fare la doccia invece del bagno in vasca, chiudendo il rubinetto quando ci si insapona e non impiegando più di 5 minuti, in questo modo si può avere un risparmio d’acqua fino al 70-75% e un risparmio di energia (per riscaldare l’acqua). Se si installa un riduttore di flusso nella cornetta (erogatore) della doccia i benefici, anche per l’ambiente (riduzione anidride carbonica emessa in atmosfera), saranno ancora maggiori.
  • Utilizzare la lavatrice e la lavastoviglie a pieno carico e selezionare basse temperature di lavaggio, in questo modo si può avere un risparmio d’acqua fino a 2.500 litri per persona all’anno e un risparmio di energia. Se si acquistano  apparecchi a basso consumo i benefici, anche per l’ambiente (riduzione anidride carbonica emessa in atmosfera), saranno ancora maggiori.
  • Lavare frutta e verdura non sotto acqua corrente ma lasciandole in ammollo in un contenitore e aggiungendo un pizzico di bicarbonato, in questo modo si possono risparmiare alcune migliaia di litri d’acqua all’anno.
  • Lavare pentole e stoviglie lasciandole in ammollo nel lavello e usare l’acqua corrente solo per il risciacquo, in questo modo si possono risparmiare alcune migliaia di litri d’acqua all’anno.  Se le pentole e le stoviglie vengono messe in ammollo nell’acqua di cottura della pasta o delle patate (acqua dotata di alto potere sgrassante) i benefici, anche per l’ambiente (riduzione consumo di detersivi), saranno ancora maggiori.
  • Effettuare prima le operazioni che richiedono acqua fredda (lavarsi i denti) e poi quelle che richiedono acqua calda (radersi la barba) e raccogliere l’acqua che si fa scorrere in attesa che diventi calda, per usarla successivamente per le pulizie della casa.
  • Innaffiare le piante in vaso o il giardino sempre verso sera utilizzando l’acqua piovana, l’acqua utilizzata per il lavaggio delle verdure, l’acqua di cottura della pasta o delle verdure, in questo modo si possono risparmiare fino a 6.000 litri di acqua all’anno. Se si mettono le foglie secche intorno alle piante o agli alberi per trattenere l’umidità del terreno, i benefici saranno ancora maggiori.
  • Per lavare l’auto o la moto fai da te usare il secchio e non l’acqua corrente, in questo modo si possono risparmiare fino a 130 litri d’acqua a lavaggio.
  • Sensibilizzare l’amministratore del proprio condominio al controllo del consumo di acqua e delle perdite occulte e se si vede qualcuno sprecare acqua bisogna farglielo notare.

PER APPROFONDIRE: Acqua del rubinetto, la bevono due italiani su tre e lasciano la plastica

LEGGI ANCHE: