Questo sito contribuisce all'audience di

Le barche a vela dove i disabili imparano a navigare divertendosi (Video)

A Ravenna e Rimini, l'associazione Marinando ospita all’interno di due imbarcazioni ragazzi e ragazze con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali, ma anche non vedenti e audiolesi, che grazie alla professionalità degli operatori possono partecipare a un corso di vela in tutta sicurezza.

Condivisioni

DISABILI IN BARCA

La barca a vela è uno dei modi più belli per solcare il mare, per lasciarsi cullare dalle acque e scoprire un impagabile senso di libertà. Sensazioni che, però, spesso sono negate alle persone disabili, costrette a rinunciare a causa della scarsità di personale preparato per affrontare la navigazione in sicurezza. A colmare questo vuoto, in Emilia Romagna, ci ha pensato l’associazione Marinando, che a Ravenna e Rimini, vanta consolidate esperienze fin dal 1999. A bordo di due imbarcazioni, infatti, ospita disabili fisici, psichici e sensoriali, compresi non vedenti e audiolesi, che grazie alla professionalità degli operatori possono partecipare a un corso di vela.

LEGGI ANCHE: Superare la disabilità grazie agli amici: Amrik ha fatto la maturità con la voce dei compagni

MARINANDO

L’obiettivo di questo tipo di attività, spiegano i promotori, è aiutare chi è disabile a superare le difficoltà della vita, anche quelle relazionali, dandogli un modo divertente, attraverso la navigazione, per integrarsi. Questi corsi, testati in tanti anni di esperienza, riescono infatti ad elevare la qualità della vita di ragazzi e ragazze, sia sul piano dell’autonomia fisica che a livello psicologico. In questo modo salire su una barca si trasforma in un’esperienza positiva, capace di regalare benessere a coloro che decidono di raccogliere questa sfida. Perché imparare a navigare su una barca a vela, come tutti gli sport, necessita di impegno e disciplina ma anche di tanto divertimento che, in molti casi, risulta essere il modo migliore per affrontare con il vento in poppa i problemi della vita.

Le foto sono tratte dalla pagina Facebook di Marinando

INCREDIBILI STORIE DI SPORTIVI CON DISABILITÀ

Ellie, la bambina disabile che ha imparato a nuotare grazie a Winter, un delfino senza coda

Andrea Stella, lo skipper in sedia a rotelle che sta attraversando l’oceano (foto)

Nadia lotta contro l’epilessia coltivando la sua passione di sempre: la pallavolo (foto)

Lee Duck-Hee, il tennista sordo che è più forte di chi ci sente

Stefano corre come il vento per non rassegnarsi agli impedimenti della cecità