Differenza pneumatici estivi e invernali - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Pneumatici estivi e invernali: quando si usano

Con le gomme estive si può circolare fino al 15 novembre. A meno che non si viva in alta montagna. Vantaggi e svantaggi degli pneumatici "quattro stagioni"

Ci sono diversi buoni motivi per usare gli pneumatici dell’auto, estivi o invernali, nella stagione giusta. Dalla sicurezza al risparmio. E non è difficile evitare di fare confusione, se si seguono le indicazioni degli esperti del settore.

PNEUMATICI ESTIVI E INVERNALI DIFFERENZE

Anche gli pneumatici, se usati in modo sbagliato, possono provocare sprechi molto significativi. E sommersi, nel senso che non è facile individuarli. Un classico esempio di questo meccanismo è l’uso degli pneumatici invernali anche durante l’estate. Lo facciamo per pigrizia (non abbiamo voglia di cambiarli), per scarsa informazione o, peggio, nell’illusione di risparmiare. Al contrario, le gomme invernali, se usate d’estate, peggiorano le prestazioni della macchina, aumentano il consumo di carburante e diminuiscono la durata degli pneumatici. Un triplo spreco.

Con gli esperti del sito di vendita online www.gomme-auto.it cerchiamo di chiarire i rischi connessi alla guida e le norme che regolano l’utilizzo degli pneumatici invernali in estate.

  • Perché è consigliabile non utilizzare gli pneumatici invernali nel periodo estivo?

Perché la mescola degli pneumatici invernali è stata studiata per essere utilizzata con temperature inferiori ai 70 gradi centigradi. A quelle temperature lo pneumatico assicura grip e buone performance.

Oltre alla mescola, anche il disegno del battistrada è progettato per garantire il grip su fondo scivoloso o innevato, e non su strade asciutte o di rado bagnate. Nell’immagine seguente osservate la differenza tra un battistrada invernale e uno estivo, in particolare notate la presenza e la distribuzione delle lamelle, e la diversità delle scanalature per l’evacuazione dell’acqua. Del resto, usereste gli pneumatici estivi in inverno? Quale garanzia potrebbero darvi le gomme estive su fondo scivoloso?

PNEUMATICI

 

  • Quali sono i rischi?

Uno dei problemi più evidenti è l’usura eccessiva del battistrada dovuta al fondo stradale molto caldo. Soprattutto se si abita in una zona in cui durante l’estate si raggiungono temperature elevate, la durata degli pneumatici invernali si riduce notevolmente e occorre, di conseguenza, sostituirli anche dopo appena un anno a causa dell’usura eccessiva.

Un altro problema sono le performance insufficienti su fondo asciutto, ad esempio il limitato handling, l’eccessiva rumorosità e il maggior consumo di carburante.

Già a una velocità di 80 km/h e a una temperatura di 120 gradi le gomme invernali impiegano molto più tempo per fermarsi rispetto ad esempio alle quattro stagioni.

  • E dal punto di vista normativo?

Il Codice della strada non impone il cambio delle gomme invernali e il montaggio di quelle estive. È possibile tenere gli pneumatici invernali anche durante l’estate, occorre tuttavia porre attenzione al codice di velocità delle invernali, che nel periodo estivo non deve essere inferiore a quello delle gomme estive.

Soltanto in inverno è consentito montare pneumatici invernali con codici di velocità inferiori a quanto riportato sulla carta di circolazione. Perciò, se a partire dal 15 maggio si circola con gomme con un codice di velocità inferiore a quelle estive, si rischia una sanzione di 419 euro, il ritiro della carta di circolazione con l’obbligo di “visita e prova”. Ma se il codice di velocità è uguale alle estive, è comunque possibile circolare senza rischiare alcuna sanzione.

QUANDO SI USANO LE GOMME ESTIVE?

Stando alle ordinanze, le gomme estive si usano dal 15 aprile (con una proroga fino al 15 maggio) fino al 15 novembre, quando bisogna passare alle gomme invernali. Il cambio delle gomme è anche una buona occasione per verificarne le condizioni, e se dovete sostituirle, evitate di gettarle (lo smaltimento, tra l’altro, non è semplice), ma provate a riutilizzarle come originali pezzi di arredo. Specie per il giardino o il terrazzo. Per chi non rispetta le date del cambio delle gomme, sono previste sanzioni, dal Codice della Strada, da 422  euro a 1.743 euro.

QUANDO SI USANO LE GOMME INVERNALI?

L’obbligo delle gomme invernali scatta il 15 novembre e dura fino al 15 aprile dell’anno successivo, con una possibile proroga fino al 15 maggio. Questo è quanto previsto dal Codice, ma poi esiste il buonsenso  dell’automobilista e la sua giusta dose di prudenza. Se, per esempio, circola in zone di alta montagna, esposte a rischi frequenti di temporali e nevicate, è chiaro che sarà opportuno anticipare la scadenza prevista dalle norme. Magari fidandosi del gommista o del meccanico di fiducia, e considerando sempre e comunque la sicurezza coma la sua priorità al volante.

PNEUMATICI ALL SEASON

Dagli obblighi relativi ai cambi delle gomme sono esclusi gli automobilisti che utilizzano gli pneumatici all season, che sono realizzati per adattarsi bene, con assoluta sicurezza, in tutte le stagioni. Non a caso si tratta degli pneumatici più venduti in Europa: circa 100 milioni di pezzi soltanto nel 2021. Gli pneumatici all season, che in Italia sono conosciuti sul mercato con il nome di “quattro stagioni”, hanno tre elementi fondamentali. Un battistrada profondo, un disegno diverso sia dal modello estivo sia dal modello invernale, una mescola  differente. In pratica, si tratta di un ibrido tra i due modelli di pneumatici stagionali. A fronte di alcuni vantaggi (uso di un unico pneumatico durante tutto l’anno e minori costi di gestione) gli pneumatici “quattro stagioni” hanno due inconvenienti di fondo. Costano di più di quelli normali e durano meno. Sono quindi consigliati agli automobilisti che fanno pochi chilometri l’anno con la loro macchina.

QUANDO CAMBIARE LE GOMME DELL’AUTOMOBILE

Le gomme dell’automobile vanno cambiate sicuramente, lo prescrive la legge, quando lo spessore del battistrada è inferiore a 1,6 millimetri. L’altezza del bordo dorato di una moneta da un euro, per intenderci: se infilate un euro nelle scanalature del battistrada, saprete in tempo reale se dovete cambiare la gomma. Regole a parte, se avete un gommista di fiducia, rivolgetevi sempre a lui, che tra l’altro conosce le vostre caratteristiche di guidatore, per decidere il momento del cambio delle gomme. E scegliete sempre prodotti di qualità, che significano più sicurezza e anche più risparmio, in quanto sebbene costino qualcosa in più, durano molto di più dei modelli da specchietto per le allodole a prezzi stracciati.
Share

<