Copenaghen sostenibile | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Copenaghen sostenibile: 10 cose da non perdere

Dal forte convertito in parco al termovalorizzatore con le piste da sci, ma anche porti balneabili e parchi galleggianti. Scopriamo insieme i segreti di una città fuori dal comune.

Tutto in bici. Comincia da qui, dal mezzo di trasporto, il percorso tra le meraviglie della Copenaghen sostenibile, la capitale europea più avanti sulla strada del cambiamento green sia urbanistico sia in termini di servizi per i cittadini.

COPENAGHEN SOSTENIBILE

La città è attraversata da ben 350 chilometri di piste ciclabili, tutte perfettamente attrezzate. Un paradiso terrestre per gli amanti delle due ruote. La bicicletta si può affittare ovunque, è fornita di tablet e GPS per girare in città con delle mete precise, e si può trasportare sui mezzi pubblici.
Il vostro viaggio alla scoperta dei 10 luoghi da non perdere della Copenaghen sostenibile può iniziare proprio dalla statua della sirenetta di Hans Christian Andersen, dirigendosi verso sud e seguendo il lungomare.

KASTELLET

Conosciuto anche con il nome di Cittadella, il Kastellet è una fortezza danese. Il forte è anche noto per il suo splendido stato di conservazione che lo rende uno dei meglio preservati in tutta l’Europa settentrionale.
Anche se in passato ebbe uno scopo belligerante, e seppur ospiti ancora militari, oggi è un’area protetta convertita in parco. Quest’area verde nella città è una delle decine di realtà rivalutate che rendono Copenaghen sostenibile e all’avanguardia.
Al suo interno è possibile visitare un mulino a vento del XIX secolo, i vecchi bastioni con la casa del comandante. Ma anche camminare nelle antiche prigioni e osservare i diversi uccelli che popolano la zona verde come aironi cenerini, cigni e germani reali.
copenhagen sostenibile

NYHVAN PORTO VECCHIO

Pittoresco, suggestivo e tra le mete più apprezzate di Copenaghen, il Nyhvan è uno dei migliori posti dove perdersi e ritrovarsi nella città danese.

In principio era un porto commerciale in cui navi e barche attraccavano per scambiare e vendere merci. Ma oggi i canali e le darsene sono diventate piene zeppe di locali, ristoranti e pub. Al contempo, le case, variopinte in ogni loro aspetto, sono state ristrutturate e rendono oggi, ancor più che ieri, quello scenario variegato e luminoso.

Poco distante da Kalvebod Brygge, tra le acque del porto, sorge la Green Island, un caffè costruito su una zattera galleggiante. Ed è qui, proprio nel porto di Copenaghen dove è facile lasciarsi trasportare e bere un drink cullati dalle onde.

copenhagen sostenibile nhyvian porto

CENTRO DANESE DEL DESIGN

Il Dansk Arkitektur Center, DAC, è il più importante riferimento culturale nazionale ed è focalizzato su urbanistica e architettura. Il centro ospita numerose esposizioni e progetti di architetti rinomati in tutto il mondo.
L’edificio, ex deposito utilizzato per il porto, è stato rinnovato e rivalutato per creare una delle mostre culturali per l’architettura più conosciute del pianeta.
Qui sono disponibili attività per professionisti, famiglie e bambini con corsi, conferenze, seminari e mostre temporanee su architettura urbana, edilizia e progetti di rivalutazione eco-sostenibile.
architettura copenhagen

ISLANDS BRYGGE

Situato nel quartiere di København in Danimarca, Islands Brygge è un porto raggiungibile a piedi direttamente dal centro di Copenaghen. Nelle sue acque è possibile nuotare e grazie alla presenza di cinque piscine, durante le stagioni estive danesi e turisti ne approfittano per fare un tuffo. 
L’accesso alle piscine è concesso dal 15 di Maggio al 15 di Settembre. Mentre l’acqua è controllata quotidianamente per verificarne la qualità. Solo in seguito le autorità possono dare l’accesso o no ai visitatori.
islands brygge copenhagen

CIRKELBROEN

Una delle meraviglie più affascinanti della città è il Cirkelbroen. Questo è tutt’altro che un ponte, ma piuttosto un’opera d’arte a disposizione di tutti i cittadini per muoversi in bici o a piedi e perdersi tra le sue forme sinuose e lo scenario ammaliante che emerge da un connubio autentico tra architettura moderna, mare e cielo.

Situato nel porto di Christianshavn, il ponte fu progettato dall’artista Olafur Eliasson e richiama le forme di navi antiche ormai da anni andate. Passeggiando sul ponte si può avere un’esperienza unica. Mentre le sue sezioni regalano momenti di estremo stupore.

Cirkelbroen copenhagen

COPENHILL

Probabilmente uno degli edifici più all’avanguardia d’Europa, il Copenhill è un termovalorizzatore situato al centro della città. Punta di diamante nell’impresa di conquistare il podio in Europa, la Copenaghen sostenibile ha regalato ai suoi cittadini un capolavoro di ingegneria dove oltre a smaltire in maniera eco-sostenibile i rifiuti della città, si possono effettuare sport invernali come lo sci e lo snowboard.

Ma non è tutto, questa costruzione consente anche di praticare hiking, corsa e arrampicata. Per non dimenticare la presenza di un caffè e la possibilità di socializzare in qualsiasi momento.

pista da sci, termovalorizzatore

REFSHALEØEN QUARTIERE

Refshaleøen è un’isola situata poco distante dal centro di Copenaghen. Noto per le sue caratteristiche sostenibili, in principio era un’area industriale urbana. Oggi invece è un punto di incontro e una location stile hippie che ingloba sviluppo urbano alternativo, cibo di ogni genere, festival e creatività.
Curioso è il caso di Reffen. Un distretto urbano che ospita uno street food biologico e una zona adibita per le start up. Qui ogni stand e attività hanno un unico dogma: Non sprecare e riutilizza. 
Infatti, per accogliere appieno la missione della Copenaghen sostenibile, qui è possibile solo:
  • utilizzare materiale riciclabile,
  • ridurre lo spreco di cibo,
  • mangiare biologico,
  • comprare solo locale, quando possibile

Inoltre, i cittadini differenziano i rifiuti per cercare di riusarli per quanto possibile.

reffen mercato Danimarca

PARCHIPELAGO

Un qualcosa di innovativo, fuori dal comune e a tratti insolito, il parchipelago è un progetto pilota che cerca di creare piazzole in legno galleggianti. E ciò che più stupisce è il perché.

Infatti, queste piccole zattere fungono da piccoli parchi dove chiunque può sdraiarsi o rilassarsi leggendo un libro. Per raggiungere le piazzette nel mare si può andare a nuoto o in canoa. Ma altre alternative sono in via di esplorazione.

copenhagen islands

BANEGAARDEN

Nel bel mezzo della città sorge il Banegaarden, un parco sostenibile nascosto dietro alle rotaie del treno. Un sentiero lussureggiante accompagna il visitatore verso l’entrata. Dopodiché si giunge all’interno di un’area verde ideata da quattro imprenditori accomunati dall’obiettivo di rendere il cambiamento possibile e contribuire nello sviluppo eco-sostenibile del Paese.

Esplorare i vecchi fienili rimessi a nuovo è un’esperienza travolgente. Ogni elemento al suo interno è di seconda mano, riciclato o riutilizzato per dare nuova vita a ciò che è ormai era diventato obsoleto. L’altro volto della sostenibilità messa in gioco per offrire un nuovo spazio a tutti coloro che vogliono essere coinvolti in questo cambiamento green.

parco copenhagen

VESTEGNEN

Un’altra incredibile meta per esplorare Copenaghen è Vestegnen. Questa zona della città ospita boschi e vegetazione in cui poter respirare e vivere nella natura. In particolare, qui è possibile lanciarsi all’avventura alla ricerca dei sei giganti di legno abbandonati.

Le località da perlustrare sono Albertslund, Hvidovre, Høje-Taastrup, Ishøj, Rødovre e  Vallensbæk. Tutte destinazioni immerse nel verde che vi permetteranno di vivere le periferie di Copenaghen in un mondo incantevole e pullulante di flora e fauna.

gigante abbandonato

Nel bel mezzo del verde e di progetti sostenibili, la capitale danese continua ad essere un faro in Europa e nel mondo intero. L’esempio di Copenaghen consente infatti di vedere nel futuro un barlume di speranza per arginare il riscaldamento globale e cercare soluzioni alternative all’avanguardia.

PER APPROFONDIRE:
Share

<