Questo sito contribuisce all'audience di

Tagliare la bolletta: efficienza energetica e fotovoltaico One Way

I progetti semplici di Massimo Berti per ridurre lo spreco di energia nelle case: con elettrodomestici efficienti e fotovoltaico One Way la bolletta diminuisce e la sostenibilità aumenta.

Condivisioni


COME RIDURRE LO SPRECO DI ENERGIA –
Il costo sempre più oneroso della bolletta dell’elettricità e la diffusione di una maggiore sensibilità verso gli sprechi hanno favorito la diffusione di una verità scioccante: i nostri elettrodomestici consumano energia anche quando sono spenti.

LEGGI ANCHE: Come risparmiare energia elettrica con il computer e non sprecare denaro

L’utilizzo quotidiano di elettrodomestici, televisori e computer determina prelievi occulti, che alzano i costi delle bollette di oltre il 20 per cento. Serve quindi a poco utilizzare la lavatrice in orari in orari poco costosi se poi i micro-utilizzi occulti degli elettrodomestici spenti incidono drasticamente sulla bolletta. E persino la riqualificazione delle aziende genera preoccupanti paradossi: gli utenti più informati e sensibili alla classe energetica A+++ sono anche contestualmente i più voraci utilizzatori di apparecchi elettronici.

Ma non vi preoccupate: per uscire da questo labirinto bastano le semplici idee di Massimo.

EFFICIENZA ENERGETICA: IL PROGETTO DI MASSIMO BERTI – Massimo Berti è un consulente aziendale romagnolo, si definisce “guerriero e leader di sé stesso” e ha dedicato una vita alla sfida dell’efficienza energetica. Perché, si domanda, accettiamo le perdite causate dai prelievi occulti? Perché non combattiamo la pigrizia con azioni banali come staccare una spina, risparmiando le risorse sprecate da ore e ore di elettrodomestici in standby?

Se i dispositivi on/off non isolano i nostri elettrodomestici dalla rete domestica, allora una soluzione efficace consiste nello stoppare il flusso costante di micro-prelievi, utilizzando interruttori bipolari a controllo manuale: un investimento contenuto e rapidamente recuperabile, in virtù del risparmio apportato.

PER SAPERNE DI PIU’: Come utilizzare al meglio il frigorifero senza sprechi di energia e denaro

LA RIVOLUZIONE DEL FOTOVOLTAICO A SPINA – Il vero progetto rivoluzionario di Massimo però è un altro, e si chiama Microfotovoltaico One Way: un generatore utilizzabile come contrasto ai consumi latenti che sfrutta l’energia solare semplicemente attraverso una spina.

Energia a basso costo, disponibile ovunque, in grado di permettere a tutti l’accesso ad una fonte di energia pulita ed efficiente e di spezzare il legame di dipendenza dai combustibili fossili e dai loro proprietari. Una realtà a basso costo e accessibile in grado di risolvere i problemi del risparmio e dell’autoproduzione elettrica, aggravati in Italia da una scarsa lungimiranza e dalla cronica carenza di cultura in campo energetico.

Massimo ha capito che la questione energetica parte dalla nostra quotidianità, dove le risorse economiche sono sempre più esigue, e ha proposto una soluzione vincente. Così una risorsa utilizzabile da ogni individuo, il sole, può diventare la solida base su cui ricostruire un futuro di benessere comune e sostenibile.

 PER APPROFONDIRE: Per risparmiare sulla bolletta elettrica, attenzione allo standby

Il progetto è in concorso per l’edizione 2014 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui!

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!

LEGGI ANCHE: