Come pulire i gioielli - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come pulire e lucidare i gioielli utilizzando soprattutto prodotti naturali, senza spendere un euro (video)

Ogni materiale necessita di una diversa pulizia. Spolverate i gioielli prima di lavarli e conservateli con cura per farli risplendere sempre

COME PULIRE I GIOIELLI

Capita spesso che i gioielli si anneriscano dopo qualche anno, soprattutto se non sono stati conservati in maniera adeguata, cioè lontani dall’aria e possibilmente avvolti nel panno che si trova nelle confezioni di vendita. Accade però che, anche se riposti in luoghi chiusi e asciutti, i gioielli, specialmente quelli in oro, diventino comunque opachi e sia necessario riportarli alla loro originaria lucentezza. A seconda, dunque, del materiale di cui sono fatti, tutti i monili possono essere puliti, in maniera diversa, con metodi naturali che regalano loro una nuova vita.

LEGGI ANCHE: Abiti, gioielli, accessori, un intero catalogo di moda realizzato con materiali di riciclo

COME PULIRE I GIOIELLI CON PRODOTTI NATURALI

Vediamo insieme come procedere:

  • Innanzitutto, prima di pulire i vostri gioielli, spolverateli con cura, utilizzando dei piccoli pennelli, per esempio quelli per il trucco.
  • Se avete gioielli d’oro che sono diventati opachi perché rimasti chiusi in un cassetto per tanto tempo, niente paura! Regalate loro una nuova brillantezza procurandovi 1 tazza di aceto bianco e 1 cucchiaio di sale fino. Mescolate i due ingredienti in una ciotola e poi immergetevi dentro il gioiello in questione, per circa 30 minuti. Dopodiché, sciacquatelo e strofinatelo con un panno di cotone. Evitate questa miscela se l’oggetto possiede pietre preziose.
  • Se il monile che dovete pulire è di bigiotteria ed è provvisto di gemme pregiate, pulitelo immergendolo nella salsa di pomodoro. Sembra infatti che l’acido del pomodoro sia abbastanza forte da eliminare lo sporco che causa l’opacità senza però danneggiare la struttura del gioiello stesso. Se si tratta di corallo, un bagno in acqua e sale è sufficiente. Basta che poi lo sciacquiate sotto l’acqua corrente e che lo strofiniate con una spazzolina per unghie.
  • Se il vostro gioiello è in argento, pulitelo con 1 tazza di bicarbonato disciolto in 500 ml di acqua tiepida. Tenete i preziosi a bagno in questa miscela per un’intera notte e poi puliteli con uno spazzolino. Alla fine, asciugateli con un panno morbido in cotone.
  • Se volete che la vostra madreperla torni lucida e splendente, pulitela con un batuffolo di cotone imbevuto di olio e asciugatela poi con un panno di lino.
  • I diamanti e i gioielli in platino vanno puliti con 50 ml di acqua, 2 cucchiai di sapone di Marsiglia grattugiato e 5 gocce di ammoniaca: una mistura perfetta che li farà risplendere. Fate bollire l’acqua e poi aggiungete il sapone di Marsiglia e l’ammoniaca, quindi girate per sciogliere gli ingredienti. Immergete poi i monili e strofinateli bene con uno spazzolino, soprattutto negli interstizi.
  • Se il gioiello da pulire è in acciaio, utilizzate l’aceto ed il limone che ne rinverdiscono la lucentezza. Imbevete un panno in una soluzione di acqua e aceto e passatela sull’oggetto da pulire, oppure immergetelo completamente nella soluzione stessa. Se si tratta di rame o ottone, una miscela di acqua e qualche cucchiaino di succo di limone è l’ideale. Il limone e l’aceto non vanno mai utilizzati con le pietre preziose.
  • Immergete la bigiotteria sporca in una ciotola con dell’alcool denaturato e tenetela in ammollo per 10 minuti. Poi asciugatela bene e la vedrete brillare.
  • Anche il dentifricio si rivela un valido rimedio per la pulizia dei preziosi. Spalmatene un poco sull’oggetto da pulire, poi strofinate con un panno morbido oppure con uno spazzolino con setole non troppo dure, altrimenti rischierete di graffiarlo. Alla fine sciacquate e asciugate con un panno morbido.
  • Sale, acqua e alluminio sono il trio vincente per pulire l’argento, poiché il sale e l’alluminio fungono da magneti, attirando lo sporco. Prendete una ciotola di vetro resistente al calore e rivestitela con la carta in alluminio. Aggiungete acqua calda e sale e mescolate. A questo punto mettete a bagno i preziosi per circa mezz’ora. Il solfuro verrà debellato e potrete poi asciugare gli oggetti con un panno morbido: toneranno a splendere.
  • Per evitare che la bigiotteria si annerisca, applicatevi sopra lo smalto trasparente per unghie che formerà una specie di pellicola protettiva, facendo restare il gioiello bello più a lungo.
  • Per far sì che anche i monili più preziosi non si sporchino celermente, evitate che vengano a contatto con lacche, creme e prodotti cosmetici che causano uno sporco difficile da rimuovere. Toglieteli prima di cucinare, per evitare che vengano esposti a temperature estreme o a sbalzi termici importanti. Non indossateli quando andate in piscina o al mare perché l’accumulo di cloro o di sale li opacizza. Toglieteli prima di occuparvi delle faccende domestiche, perché i detergenti per la casa sono molto aggressivi. Cercate di riporli lontano dalla luce (soprattutto se si tratta di perle), magari in una scatola chiusa rivestita di stoffa.

Nel video, Titty e Flavia di Soluzioni di casa, ci spiegano come pulire i gioielli in oro e argento:

I RIMEDI NATURALI PER LE PULIZIE DI CASA:

  1. Detersivo per il bucato fatto in casa: una preparazione semplice, economica ed efficace
  2. Detersivo fai da te per pulire il bagno: soluzioni efficaci, ecologiche ed economiche
  3. Detersivo per piatti fai da te: la preparazione efficace ed ecologica che rispetta la pelle
  4. Detersivo fai da te per i pavimenti di casa: come prepararli con ingredienti naturali
  5. Detersivo fai da te per lavatrice: la ricetta con l’edera
Shares

LEGGI ANCHE: