Cashback, ecco come funziona - Non specare
Questo sito contribuisce all'audience di

Cashback, il salvadanaio per gli acquisti online. Più risparmi e meno sprechi

Come funziona il meccanismo dei «soldi indietro». Si evitata lo shopping compulsivo, e si possono accumulare sconti, in media, per 350 euro l’anno

di Posted on

Il risparmio è sempre il primo modo per non sprecare soldi e tempo. Un meccanismo molto innovativo per accumulare risparmi, quando si fanno gli acquisti in Rete, è il cashback, letteralmente «soldi indietro».In pratica, si tratta di iscriversi a una piattaforma e da qui ricevere, per ogni euro speso, una sorta di «restituzione» di denaro, fissata in una specifica percentuale. E’ come se il consumatore, facendo acquisti, riuscisse poi ad accumulare in un piccolo salvadanaio una somma di denaro che poi gli arriverà in modo diretto. E questo è il suo premio, dunque il suo risparmio.

LEGGI ANCHE: App per risparmiare energia in casa, monitorare e mantenere sotto controllo i consumi ed evitare sprechi

CASHBACK 

Nato nel mondo anglosassone, e in particolare in America dove c’è sempre il rischio di fare acquisti compulsivi e quindi di sprecare soldi, il cashback è arrivato anche in Italia, e la prima piattaforma che lo ha introdotto già da alcuni anni, è stata quella di Bestshopping.

E’ chiaro che nel meccanismo dei «soldi indietro» si sommano tre vantaggi. Per i consumatori che, attraverso la fedeltà ai negozi affiliati alla piattaforma, ricevono uno sconto sotto forma di soldi restituiti. Per i negozi registrati nella piattaforma che così hanno modo di ampliare la loro platea di clienti. Per i gestori della piattaforma che propongono il cashback.

CASHBACK COME FUNZIONA

 Nel caso di Bestshopping, per esempio, i negozi online affiliati sono più di  1500, e tra questi compaiono  anche e Booking, Amazon, Ebay, Zalando, Sephora. Il catalogo dei prodotti è molto ampio e l’offerta vale durante tutti i giorni della settimana. Quando l’utente-consumatore ha raggiunto i 40 euro di cashback, può ottenere il rimborso attraverso un bonifico bancario, tramite Paypal oppure in buoni sconto con i negozi online convenzionati con la piattaforma. Tutto diventa automatico e veloce, senza sprechi di tempo.

Ogni punto vendita online applica la sua percentuale di rimborso, e alcuni negozi hanno attivo il supercashback, ossia delle promozioni a tempo limitato che consentono di ottenere una percentuale più alta di cashback. Su Bestshopping, infine,  si può risparmiare anche grazie ad un sistema di comparazione prezzi e ad una vasta selezione di codici sconto, molto spesso cumulabili con il cashback: potenzialmente, in questi casi, il risparmio raddoppia.

In generale, la media del risparmio è di 350€ all’anno, e la formula dei «soldi indietro» ha ottime prospettive di crescita proprio  in Italia, dove è arrivato dopo i paesi anglosassoni. Stando al Rapporto Eurostat, gli italiani che fanno acquisti online sono il 43 per cento degli utenti di Internet, rispetto a una media dei paesi dell’Unione europea del 68 per cento. Nel commercio online, all’interno dell’Unione europea, l’Italia riesce a superare solo Romania, Bulgaria, Cipro e Croazia. Quindi gli spazi per lo sviluppo del risparmio attraverso il cashback sono davvero enormi, tenendo conto che al centro dell’universo dei consumatori via Internet ci sono le nuove generazioni. Quelle che hanno in testa, come un chiodo, uno stile di vita sostenibile. Con più risparmi e meno sprechi

QUALCHE CONSIGLIO PER RISPARMIARE CON LO SHOPPING ONLINE

Shares