Questo sito contribuisce all'audience di

Carburanti, stangata da 100 milioni di euro

di Posted on
Condivisioni

La stangata della benzina durante il Ferragosto 2011 sarà pari a 100 milioni; è questa la stima del Codacons che ha fatto i conti prendendo come riferimento l’adeguamento dei prezzi dei distributori al crollo delle quotazioni del petrolio sui mercati.

Ma l’accusa agli operatori del settore arriva anche dal ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani, che definisce “inaccettabile” i ritardi delle compagnie nell’adeguamento dei prezzi al ribasso.
Riparte dunque la battaglia dell’estate contro le compagnie petrolifere, decisamente troppo lente ad aggiustare le tariffe quando il barile scende, come accade ormai da settimane.

Il monito del ministro ha fatto seguito alle accuse dei consumatori. “E’ necessario un ulteriore e immediato sforzo da parte di tutta la filiera – afferma Paolo Romani -, prime fra tutte le compagnie, a cui è richiesto di recepire e adeguare con la massima tempestività le variazioni monitorate sui mercati a monte della filiera, onorando l’impegno più volte preso”.

La presa di posizione di Romani non basta, invece, alle associazioni, e il Codacons che invita il governo a “fare qualcosa”, per esempio tagliando le accise che pesano per il 60% sul prezzo dei carburante. Un altro suggerimento riguarda la patrimoniale, da inserire nella manovra correttiva, ma solo a carico delle compagnie petrolifere.