Questo sito contribuisce all'audience di

Cambiamenti climatici, il Cnrs francese risponde agli scettici con un dossier

di Posted on
Condivisioni

Centoventi sceinziati francesi del Cnrs hanno scritto un libro per rispondere con i fatti e i documenti agli insulti lanciati dagli scettici dei cambiamenti climatici, che sono sempre scienziati. Il dossier Le climat à découvert arriva a due anni dal Summit di Copenhagen quando a causa di una ricerca presentata dagli scienziati del Cnrs si scatenò l’ira di Claude Allègre geochimico ma anche politico essendo stato ministro alla Ricerca sotto il governo Jospin.

Gli strali di Allegre partirono in diretta Tv e furono pesantissimi. In sostanza l’ex-ministro li accusava di essere un manipolo di allarmisti; di tenere sotto ostaggio lo sviluppo dei paesi perché desiderosi di fare affari come mafiosi.

All’indomani di questa uscita, ricorda Catherine Jeandel oceanografo e co-autrice del dossier, arrivarono al Cnrs oltre 600 telefonate che chiedevano come mai non era stata presa alcuna posizione nei confronti di quegli insulti. Ebbene, gli scienziati pensarono che era più importante dimostrare come stavano le cose piuttosto che aprire una polemica sterile. E dunque si misero al lavoro e il frutto è appunto il dossier.

Nel libro sono stati perciò esposti non i risultati ma i metodi e i mezzi usati dagli scienziati del clima. Sono esposti anche i moltissimi dubbi e ci sono ancora tande domande senza una risposta. Ma una cosa è certa: grazie a grafici e modelli si delineano i cambiamenti climatici. Servirà questo libro a ottenere le scuse? Forse no, ma quel che importa ai climatologi del CNRS è che il dibattito sui cambiamenti climatici non sia abbandonato.