Questo sito contribuisce all'audience di

Olio di palma, sostituendolo nei biscotti un piccolo fornaio ha creato un impero

Domenico Di Leo ad Altamura, in Puglia, ha avuto coraggio. Via l’olio di palma da tutti i suoi prodotti, e avanti con l’olio di mais. È stato premiato: vende due milioni di biscotti l’anno.

Condivisioni

BISCOTTI DI LEO SENZA OLIO DI PALMA –

Sostituire l’olio di palma può diventare anche un ottimo affare. Un’industria innovativa e in sintonia con i nuovi stili di vita e le nuove aspettative dei consumatori. La storia è di un piccolo forno di Altamura, in Puglia, dove alcuni anni fa Domenico Di Leo decise di fare una linea di prodotti senza olio di palma, ovvero palm oil free.i Caserecci, DiLeo_PaesaniIntegrali

LEGGI ANCHE: Olio di palma, Colussi lo elimina dai suoi biscotti

La scelta non era facile. Da un lato cambiava il sapore dei biscotti, dall’altro i costi salivano perché, come sappiamo, l’olio di palma ha prezzi bassi e rendimenti alti. Ma Di Leo ci ha creduto dall’inizio al cambio di paradigma, e ha così deciso, con il figlio Pietro, di fare i suoi biscotti e tutta la linea dei prodotti con olio di mais al posto dell’olio di palma.

Bene. Oggi di questi biscotti di Altamura se ne vendono due milioni di pezzi l’anno, e l’azienda di Di Leo è diventata la numero uno in Puglia e Basilicata nel settore alimentare dei prodotti integrali e salutisti. Un’area che non conosce crisi e cali di fatturato. Dunque, senza l’olio di palma si può sopravvivere e crescere come industriale e si può perfino fare un buon affare.

PER APPROFONDIRE: Olio di palma, per produrlo in Indonesia bruciano la terra