Questo sito contribuisce all'audience di

Bici gratis sui treni nel giorno di Pasquetta

Condivisioni

Nell’augurarvi buona Pasquetta da tutta la redazione di non Sprecare, vi segnaliamo una bella possibilità messa in campo da Trenitalia e dalla Fiab: andare sul treno con la bici, gratis! Come ogni anno, si rinnova la collaborazione tra la Federazione Italiana Amici della Bicicletta (Fiab) e Trenitalia per l’organizzazione della Giornata Nazionale “Bicintreno“. Tutti coloro che vorranno fare un’escursione da soli o in gruppo, potranno viaggiare pagando il solo biglietto del passeggero: quello della bici oggi è gratuito. Leggiamo in una nota di Trenitalia: “La Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, a seguito della richiesta della FIAB, ha dato il proprio assenso allo svolgimento, per il giorno 1° aprile p. v. dell’edizione 2013 della Giornata Nazionale Bicintreno. In tale occasione, pertanto, come già avvenuto negli anni precedenti, sarà consentito, nel limite dei posti disponibili, ad ogni viaggiatore pagante, il trasporto gratuito della bici su tutti i treni del Trasporto Regionale abilitati al servizio bici al seguito”. Anche Trenord aderisce all’iniziativa.Giacomo Scognamillo, consigliere nazionale FIAB e responsabile dei rapporti con le società ferroviarie per l’intermodalità dichiara: “Siamo ovviamente soddisfatti per la rinnovata collaborazione con Trenitalia, anche se solo limitatamente ad una giornata. Siamo certi che Trenitalia farà di tutto per sensibilizzare le sale operative regionali a mettere in circolazione, in quel giorno, materiale rotabile più adeguato al trasporto del maggior numero di biciclette e il proprio personale affinchè, a seguito della prevista maggior affluenza di comitive di cicloturisti con bici al seguito, presti la massima collaborazione”.In alcune regioni come Puglia, Basilicata, Campania, Marche e Liguria, il trasporto gratuito della bici sui treni regionali nei soli fine settimana o tutti i giorni già avviene tutto l’anno grazie ad accordi particolari raggiunti localmente tra le direzioni regionali di Trenitalia e le Regioni interessate: ci auguriamo che questo virtuoso provvedimento possa essere diffuso in tutta Italia a breve.

LEGGI ANCHE: A Bologna l’università della bicicletta

LEGGI ANCHE: