Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Bollette luce e gas, con la nuova stangata arriva anche il portale pubblico per confrontare le tariffe

Si chiama www.prezzoenergia.it e consente di fare paragoni tra le tante offerte dei gestori. Le voci sulle quali ci può essere una competizione sono però solo due: il prezzo frontale e la quota fissa annuale. Come scegliere la soluzione migliore

Condivisioni

PARAGONARE LE TARIFFE LUCE E GAS

Pochi la conoscono, ma è una novità molto importante per provare a ridurre i costi della bolletta di luce e gas: finalmente, dopo anni di attese e di battaglie, abbiamo, come consumatori, un portale (www.prezzoenergia.it) realizzato, sulla base di una legge del 2017, dall’Area, l’Autorità indipendente per l’energia. Uno strumento che arriva in compagnia dell’ennesima, nuova stangata sulle bollette.

Partiamo da una premessa: dobbiamo fare i conti con  un ennesimo maxi-aumento di luce (+ 6,5 per cento) e gas (+ 8,2 per cento): sono cifre importanti, ben oltre il tasso di inflazione, che possono creare problemi a famiglie non solide. Il governo farebbe bene a rafforzare uno sconto extra, di fronte a questi aumenti giustificati dai gestori con l’impennata del prezzo del petrolio, rispetto a un taglio già deciso da parte dell’Autorità di garanzia: il prelievo tariffario per gli oneri generali. Una voce, tra l’altro, ancora molto poco trasparente.

LEGGI ANCHE: Caldaia a biomassa, la bolletta scende del 30 per cento. La usa 1 famiglia su 5

EVITARE SPRECHI

E veniamo al portale. A parte alcuni errori grafici (un colore viola troppo acceso) e di navigazione (non è troppo semplice, come bisognava pensarla), a parte il fatto che è passato oltre un anno dall’approvazione della legge, diciamo che comunque si tratta di un passo avanti. Chiunque è in grado di confrontare le varie proposte dei gestori.

Noi lo abbiamo fatto per voi, e vi diciamo subito che non dovete pensare a una sanguinosa competizione tra le società nell’interesse dei consumatori, come in qualche modo è avvenuto per le tariffe telefoniche. Qui le cose stanno in modo diverso. E in realtà le differenze di prezzo sono riferibili soltanto a due voci: il prezzo frontale che viene proposto al consumatore (non ci sono distanze clamorose, ma alcune differenze che ognuno è libero di valutare nel proprio interesse) e la quota fissa annuale della bolletta. Bisogna fare attenzione, in ogni caso, in quanto può capitare che una società di gestione proponga un prezzo frontale più basso a fronte però di oneri fissi più alti. E allora siamo punto e a capo. E l’Autorità dovrebbe ben vigilare su un rischio che sentiamo forte, nonostante l’arrivo anche di un portale per confrontare i prezzi: i cartelli tra le varie imprese fornitrici di gas ed elettricità. Un vizietto che  questi gruppi non finiranno mai di praticare.

RISPARMIARE CON LA BOLLETTA ENERGETICA

Invece il sito fa finalmente chiarezza, e questa è una cosa molto utile, tra le due opzioni che esistono sul mercato di luce e gas: il mercato libero e quello di maggior tutela. In questo ultimo caso non sono i consumatori a scegliere il fornitore, e le bollette vengono aggiornate ogni tre mesi sulla base delle decisioni dell’Autorità per l’Energia: come abbiamo detto, siamo in piena fase di aumenti. Il mercato libero, invece, propone diverse soluzioni tariffarie e il consumatore ha la possibilità di scegliere quella che ritiene più conveniente. Con due avvertenze. Innanzitutto tutti possiamo cambiare fornitore con rapidità e senza infilarci nel tunnel della carte da firmare e dei tempi biblici di attesa. La procedura è automatica e la segue il gestore che subentra, per noi consumatori è semplicemente un diritto. Come è un diritto tornare indietro, cioè al precedente sistema tariffario. Questa possibilità, però, finirà dal luglio 2019 quando ci sarà solo l’opzione del mercato libero, e sarà un bene per  tutti, in quanto ciò spingerà le aziende a farsi una maggiore concorrenza. Non a caso, già in questa fase di attesa del cambiamento, diverse società energetiche propongono prezzi particolarmente bassi per accaparrarsi  i clienti prima che arrivi il gong con la fine del mercato tutelato.

Infine, adesso che avete tutti gli strumenti per decidere se e come risparmiare risparmiare, ricordate sempre che l’unico modo davvero efficace è sempre lo stesso: ridurre gli sprechi e consumare in modo efficiente energia elettrica e gas. Una scelta radicale, che riguarda il nostro stile di vita, per la quale non dobbiamo firmare alcuna carta. Ma semplicemente utilizzare la grande risorsa del buonsenso.

COME RIDURRE I CONSUMI DI EGERGIA E GAS

Risparmiare energia con il computer e ridurre i costi in bolletta: semplici accorgimenti utili

Lavastoviglie, come usarla correttamente, anche per risparmiare sui costi dell’energia elettrica

Costi e bollette dell’energia elettrica, 5 semplici mosse per risparmiare e non sprecare

I consigli utili per non sprecare energia in cucina e risparmiare sui costi in bolletta