Questo sito contribuisce alla audience di

Smartphone e iPad a luci basse per la notte. No, dobbiamo spegnerli per dormire meglio

La Apple propone sul mercato un dispositivo, da pagare, per introdurre una funzione che riduce la luminosità dei suoi prodotti nelle ore serali. Una spesa da evitare: meglio spegnere gli apparecchi.

Smartphone e iPad a luci basse per la notte. No, dobbiamo spegnerli per dormire meglio
Cellulare disturba il sonno
di
Condivisioni

CELLULARE DISTURBA IL SONNO -

Ho letto l’ultima proposta tecnologica di Apple e dico subito che non mi convince affatto. Anzi, mi preoccupa. Si tratta di una feature, una funzione che tutti i possessori di iPhone, iPad, iPod Touch del gruppo di Cupertino potranno istallare per ridurre l’emissione di luce blu nelle ore serali. E così, avverte la pubblicità del nuovo marchingegno, dormire meglio.

LEGGI ANCHE: Tecnologia e sonno, allerta insonnia per chi utilizza smartphone e tablet prima di dormire

LUCE BLU SMARTPHONE: ROVINA IL SONNO -

Si tratta in pratica di una funzione che rende la tonalità della luce dell’apparecchio più calda, meno forte e quindi ne riduce l’efficacia e la potenza. Non mi convince per almeno due motivi. Innanzitutto è un’autentica diavoleria tecnologica che, presentata come una novità, altro non fa che indurre i consumatori a una nuova spesa (la funzione, per essere attiva, ha bisogno di un dispositivo o di un apparecchio di nuova generazione), e quindi a un potenziale spreco. Con la caduta delle vendite, anche per effetto della crisi nei paesi emergenti, Apple sta facendo il massimo degli sforzi per proporre nuovi accessori ai suoi fedelissimi fan. E gioca perfino sul fattore sonno, riconoscendo così, implicitamente, quanto fanno male alla nostra salute questi apparecchi se vengono utilizzati nelle ore serali o, peggio, notturne.

PER DORMIRE BENE SPEGNETE IL CELLULARE -

La seconda cosa grave è che la funzione induce proprio al contrario: a dormire meno. Ovvero, a essere vigili e attenti anche in piena notte con le nostre appendici tecnologiche. La strada che  proponiamo dalle colonne di questo sito, invece, è un’altra, molto più efficace e radicale, e innanzitutto senza lo spreco di soldi. Bisogna imparare, specie per i più giovani, a spegnere a una certa ora tutti gli apparecchi tecnologici, per dormire in modo sano e non interrompere il sonno per ricevere un messaggino. Serve, insomma, un orario di black out, un minimo di digiuno, per non fare indigestioni di questo tipo di comunicazione. Per non diventare schiavi della tecnologia, e per non rinunciare a un bene prezioso per la salute: il sonno.

PER APPROFONDIRE: Dipendenza da smartphone, 3 ore ogni giorno per controllarlo

Ultime Notizie: