Questo sito contribuisce all'audience di

A Berlino il supermercato in cui si vendono solo prodotti sfusi, senza imballaggi

Non ci sono buste o sacchetti di plastica usa e getta, né contenitori monouso: si sceglie il proprio contenitore che è possibile portare con sé anche da casa e si preleva dai diversi dispenser la quantità di alimenti di cui si ha bisogno.

di Posted on
Condivisioni

SUPERMERCATO CON PRODOTTI SFUSI – Solo qualche tempo fa vi abbiamo parlato di Effecorta, il negozio presente a Milano e a Capannori, in provincia di Lucca, in cui tutti i prodotti, dalla pasta al pane ai detersivi vengono venduti alla spina con un enorme risparmio, sul piano degli imballaggi.

Oggi invece ci spostiamo a Berlino per presentarvi Original Unverpackt, il primo supermercato senza imballaggi e in cui vengono venduti solo prodotti sfusi.

LEGGI ANCHE: A Roma il primo supermercato vegano

ORIGINAL UNVERPACKT A BERLINO – Un progetto importante Original Unverpackt, pensato e sviluppato da Sara Lupo e Marina Glimbovski e realizzato grazie al crowdfunding.

Non ci sono buste o sacchetti di plastica usa e getta, né contenitori monouso: si sceglie il proprio contenitore che è possibile portare con sé anche da casa e si preleva dai diversi dispenser la quantità di alimenti di cui si ha bisogno.Supermercato con prodotti sfusi e senza imballaggi a Berlino

All’interno del supermercato non vi sono i prodotti delle grandi marche ma solo alimenti di provenienza regionale e, nella maggior parte dei casi, biologica.

Dalla pasta alla farina alla marmellata al sapone liquido: sono tantissime le tipologie di alimenti e prodotti alimentari venduti all’interno del supermercato. E non manca una vasta scelta di prodotti vegani.

A BERLINO IL SUPERMERCATO ZERO SPRECHI – Un nuovo modo di fare la spesa all’insegna del necessario e del rispetto dell’ambiente: la presenza dei dispenser permette infatti di scegliere la giusta quantità di prodotto senza lasciarsi influenzare dal packaging e dai nomi dei grandi marchi ma privilegiando la qualità ed evitando gli sprechi di cibo. Allo stesso tempo il non utilizzo di confezioni permette di ridurre il numero di imballaggi, difficili da recuperare e riciclare a fronte delle enormi quantità di acqua ed energia adoperate per la loro produzione. Un vero e proprio spreco di risorse dunque.

PER APPROFONDIRE: Sainsbury, il supermercato zero sprechi che ricicla gli scarti alimentari e li trasforma in energia elettrica

LEGGI ANCHE: