Soggiorno gratis in cambio di libri - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Ti ospito gratis se porti un libro: così il borgo molisano scommette sulla cultura

A Macchiagodena, la terrazza sul Matese, piccolo borgo di 1800 anime nel cuore dell'Appennino, la vacanza è gratis se si donano alla comunità saggi, romanzi, libri per bambini e si raccolgono ricordi, impressioni, emozioni di viaggio. E le adesioni raggiungono numeri da record

Macchiagodena, provincia di Isernia: borgo molisano che, per incentivare il turismo lento e sostenibile, offre un soggiorno gratuito a chi porta con sé un libro in dono. A offrire le camere saranno B&B e agriturismi che si sono messi a disposizione accogliendo l’invito dell’amministrazione comunale di fare squadra,  con l’obiettivo di riportare in questo paesino i turisti che mancano da troppo tempo. 

LEGGI ANCHE: Molise: case vacanza gratis per rilanciare il turismo dei piccoli borghi

SOGGIORNO GRATIS IN CAMBIO DI LIBRI

Aperto a turisti e turiste da ogni parte d’Italia, il progetto chiamato “Genius Loci, portami un libro e ti regalo l’anima” offre una vacanza gratuita in una delle strutture turistiche di Macchiagodena , chiedendo loro di  portare un libro in dono. Ad annunciare la singolare iniziativa è stato il sindaco di questo paese a più di 800 metri sul livello del mare nel cuore dell’Appennino, inserito nella lista dei Borghi autentici d’Italia, Felice Ciccone, che amministra Macchiagodena con saggezza, dal 2014, puntando su nuove forme di turismo, e, in controtendenza, sulla cultura, anche se consapevole di muoversi in una realtà difficile perché soggetta a spopolamento e abbandono. Scelta coraggiosa, che per ora pare pagare: nelle sue dichiarazioni ai media  ha spiegato di voler mettere a disposizione dei turisti la possibilità di trascorrere nel territorio alcuni giorni di vacanza gratuiti,  a patto di portare in valigia un libro e di spiegare sia la scelta del titolo che la motivazione della volontà di trascorrere dei giorni in Molise.

I ricordi, i pensieri e le riflessioni dei turisti, le loro esperienze scritte e narrate costituiscono il cuore pulsante del progetto, e confluiranno in un progetto editoriale da presentare il prossimo anno. Una volta a Macchiagodena, infatti, come in una specie di piccolo rito poetico il libro deve, poi, essere depositato nella Piazzetta della Lettura, spazio fisico in cui lasciare i volumi insieme a foto, immagini, scritti, post, video. Valgono tutti i libri, da quelli per bambini ai saggi per adulti, che verranno devoluti alla comunità. Il bando di partecipazione, chiuso il 15 maggio, aveva messo a disposizione 100 pernottamenti gratuiti per due persone, da effettuarsi nel periodo compreso dal 21 giugno 2021 al 12 dicembre 2021, per quattro giorni dal lunedì al giovedì, oppure per tre giorni dal venerdì alla domenica.  A patto, però, di non essere residenti in Molise. La risposta? Assolutamente entusiasta.

soggiorno gratis in cambio di libri

PER APPROFONDIRE:Le più belle storie legate alla città di Londra, disegnate sulle panchine letterarie

VACANZA GRATIS CON UN LIBRO MACCHIAGODENA

La posta elettronica dedicata è stata, letteralmente, presa d’assalto: le adesioni hanno raggiunto numeri record, e, tra i tanti turisti, alcuni si sono proposti per presentazioni di libri o altri progetti a sfondo culturale. Insomma, il turismo su misura, che non scimmiotti quello dei grandi numeri, di massa, stereotipato e inattuabile nel contesto molisano, paga. E, d’altronde, Macchiagodena è da sempre legata alla lettura e alla cultura, e l’iniziativa Genius Loci è in piena continuità con l’impronta culturale che il paesino,  1756 abitanti, ha voluto darsi in questi anni per combattere lo spauracchio dello spopolamento. Puntando su un turismo diverso: lento, ponderato, sostenibile, che non mira ai grandi numeri ma si fonda sulle esperienze che qui è possibile fare, nell’atmosfera rarefatta di un luogo in cui il tempo sembra essersi fermato, e che si rivolge a turisti e viaggiatori di nicchia, esigenti, curiosi e pronti alla scoperta. 

Un turista che, come spiega al quotidiano Primonumero il sindaco Ciccone: Si fa cittadino provvisorio. Arriveranno con un dono, un libro, e andranno via lasciando a loro volta un ricordo. Abbiamo ideato uno spazio fisico dove ognuno di loro dovrà lasciare un racconto per descrivere le emozioni e i vissuti provati durante il soggiorno.

La “Terrazza sul Matese”, come il paese viene chiamato per via dell’imponente massiccio che spicca su tutto il panorama e sul circondario, non è nuovo a simili iniziative: nel mese di dicembre scorso sono state installate le panchine letterarie, panchine a forma di libro dedicate ai capolavori della letteratura. Macchiagodena, come sottolinea nella stessa intervista il primo cittadino: «Fu il primo paese del Centro-Sud a installarle, da allora sono stati decine e decine i comuni che le hanno acquistate». Un percorso lineare e ben chiaro, quello fin qui tracciato dall’amministrazione, insieme all’idea del mese dei libri o all’adesione all’iniziativa dedicata all’anniversario della morte di Dante Alighieri, La Divina Commedia in 100 borghi,  recital itinerante in 100 tappe nei centi storici di diversi paesini medievali della Penisola. 

Presentazione di libri, recital, concorsi letterari, romantiche panchine a mo’ di pagine da sfogliare: il fermento culturale di Macchiagodena è diventato parte dello spirito del luogo, con un discreto ritorno di immagine: riviste e giornali nazionali hanno parlato dell’iniziativa del soggiorno gratuito in cambio di libri. 

(Immagini in evidenza e a corredo del testo tratte dal quotidiano Primonumero // Photocredits: Primonumero.it)

STORIE DI BORGHI: 

 

Share