Smog a New Delhi - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Smog a New Delhi, così una metropoli soffoca nel veleno. Vecchi e bambini chiusi in casa. Maschere per circolare (video)

Uno scenario apocalittico, che purtroppo non è fantascienza. Ma cronaca quotidiana. Le polveri sottili in India hanno un valore pari a 32 volte il massimo consentito dall’Organizzazione mondiale della Sanità

di Posted on

Anziani e bambini chiusi in casa. Scuole sbarrate. Un’atmosfera spettrale, come se fosse arrivata la fine del mondo. E innanzitutto un’aria irrespirabile, velenosa, un sicuro spreco di salute, di relazioni, di vivibilità. E di vita in generale.

SMOG A NEW DELHI

Questa è la situazione di New Delhi, una metropoli che ormai sfiora i 30 milioni di abitanti, diventata una gigantesca camera a gas, a causa dello smog, dell’inquinamento, e di un’emergenza ambientale a tutto campo.

LEGGI ANCHE: A Roma è stato realizzato un maxi murales in grado di assorbire lo smog (video)

Per dare un’idea della gravità della situazione basta ricordare soltanto un numero: le polveri sottili registrate nella capitale dell’India, toccano la cifra record  di 810 microgrammi per metro cubo, un valore 32 volte superiore al limite massimo fissato dall’Organizzazione mondiale della Salute.

PER APPROFONDIRE: Inquinamento atmosferico, quando lo smog è alto proteggetevi con i finestrini chiusi dell’auto. Idratate la pelle, e camminate negli spazi verdi

INQUINAMENTO INDIA

A fronte di un disastro che sembra non avere argine e riporta la sostenibilità con i piedi per terra, ovvero tra le cose che in tanti annunciano ma in pochi davvero praticano, gli unici interventi che il governo indiano riesce a mettere in campo sono i divieti. Per esempio: la circolazione delle auto, oppure l’obbligo di indossare la mascherina quando si cammina in alcune zone della metropoli dove lo smog è particolarmente pesante. Palliativi, rispetto a una crisi ambientale che fotografa una capitale trasformata in una camera a gas.

(Immagine in evidenza tratta da Shutterstock –Editorial credit: Saurav022 / Shutterstock.com)

UN MONDO MENO INQUINATO:

Shares

Nessun commento presente

Che ne pensi?

Shares