Questo sito contribuisce all'audience di

I rimpianti fanno molto male. Feriscono e avviliscono. Ma possiamo trasformarli in un’emozione positiva che ci aiuta a reagire con forza

Non c’è solo il buio di una ferita per la lista delle cose che potevamo fare e non abbiamo fatto. C’è anche la luce di una medicina naturale che cura l’indolenza. E ci aiuta a capire che tutti abbiamo dei limiti

Condivisioni

RIMPIANTO EFFETTI NEGATIVI

Tutti abbiamo qualche rimpianto. Tutti sentiamo il dolore  e la ferita di qualcosa  che non abbiamo fatto eppure potevamo fare. Nessuno sfugge a una legge naturale dell’uomo, in base alla quale c’è sempre qualcosa che manca all’appello rispetto all’elenco delle nostre speranze, dei nostri progetti e dei nostri sogni.

Il rimpianto, come dicevamo, è un dolore. E in questo si distacca dalla nostalgia, di cui pure è parente prossimo, che invece può avere anche la piacevole dolcezza del ricordo e della memoria. Un dolore al confine del lutto, in quanto ciò che si è perso difficilmente riusciamo poi a recuperalo. Un ricerca molto ben articolata dalla Cornell University dimostra a quale livello di diffusione possa arrivare il rimpianto: la ferita per non essere riusciti a realizzare un obiettivo e un’aspirazione supera di gran lunga quella per non avere adempiuto a un obbligo, una responsabilità, un dovere.

LEGGI ANCHE: L’accidia è il peggiore dei vizi capitali. Nega, distrugge e spreca la bellezza della vita

COME LIBERARSI DEI RIMPIANTI

Il rimpianto può essere così forte da paralizzarci. Rischiamo, a colpi di rimpianti, di diventare paurosi, timidi, incapaci di scegliere. Pronti a piangerci addosso in modo perfino autodistruttivo. In questo senso i rimpianti fanno davvero male e possono avvelenare la nostra vita.

Ma si può ribaltare il paradigma e trasformare il rimpianto in un’opportunità, in una scelta felice. E vederne così l’angolo positivo. Diceva Confucio: «Si hanno due vite. La seconda inizia il giorno in cui ci si rende conto che non se ne ha che una». Ecco la forza propulsiva del rimpianto: un modo per guardare al futuro, per non sprecare tempo e avvitarsi sull’errore commesso.

TRASFORMARE I RIMPIANTI

Il rimpianto ci aiuta a essere autocritici, a coltivare il dubbio, a guardare gli altri con più benevolenza. È una medicina naturale per non soffrire di indolenza, per reagire e essere intraprendenti. Per fare e per riparare. Il rimpianto ci aiuta a coltivare il tempo nella sua giusta dimensione, lineare e non circolare, e la vita come un percorso dove ci sono tappe e non si vede ma il traguardo. Tappe con cadute per poi puntualmente rialzarsi.

Il rimpianto ci aiuta a sgonfiarci, ad azzerare il nostro narcisismo e la nostra autoreferenzialità. A stare con i piedi per terra, accettando che siamo fragili e che possiamo sbagliare. Convinti di avere dei limiti, che ci ancorano alla realtà, a condizione che non diventino delle catena. 

EMOZIONI CHE MIGLIORANO LA NOSTRA VITA