Questo sito contribuisce all'audience di

Sfogliatelle e rustici gratis ai clochard, il gesto generoso di un pasticciere napoletano

Ogni mese vengono così distribuiti 1200 dolci e 1000 rustici made in Naples. Altrimenti finirebbero nella spazzatura. La pasticceria «Cuori di sfogliatelle», a due passi dalla stazione, è una delle più conosciute in città.

Condivisioni

PASTICCERIA CUORI DI SFOGLIATELLA NAPOLI –

Da lui vanno a rifornirsi di sfogliatelle, ricce e frolle, molti pendolari della linea ferroviaria Alta Velocità Napoli-Roma. Una tappa obbligata, perché nella pasticceria di Antonio Ferrieri, che non a caso si chiama «Cuori di sfogliatella», questo antico dolce napoletano viene servito con ingredienti di alto livello e con il giusto grado di cottura.

LEGGI ANCHE: Equoevento, l’associazione che recupera il cibo avanzato e lo distribuisce ai poveri

LE SFOGLIATELLE DONATE AI CLOCHARD –

Ma il principale merito di Ferrieri non è il suo talento di artigiano dei dolci, quanto la sua sensibilità antispreco che lo ha spinto a una bella decisione. Tutte le sere, prima di chiudere la pasticceria di Corso Novara, a due passi dalla stazione Centrale, Ferrieri accoglie i clochard della zona a porte aperte. E dona loro le sfogliatelle avanzate, che altrimenti potrebbero anche finire nella spazzatura, i dolci e i rustici in via di scadenza.

Ogni giovedì, invece, nel negozio di Corso Novara passano i volontari dell’associazione Angeli della strada, che si occupano di assistenza ai poveri e ritirano i dolci napoletani, altra specialità della ditta, avanzati. Ogni mese, con questo meccanismo Ferrieri regala 1.200 sfogliatelle e dolci e 1.000 pezzi di rosticceria. Complimenti.

PER APPROFONDIRE: I panifici italiani che hanno scelto di donare il pane ai poveri

LEGGI ANCHE: