Questo sito contribuisce all'audience di

Orto in bici: ex detenuti portano a casa la spesa a chilometro zero

In provincia di Benevento cinquanta famiglie si riforniscono da due cooperative sociali che fanno lavorare gli ex carcerati. Consegne in bicicletta, entro le 24 ore: frutta e verdura, ma anche miele e caffè.

di Posted on
Condivisioni

ORTO IN BICI BENEVENTO –

La spesa a chilometro zero può anche creare posti di lavoro e opportunità. Lo abbiamo visto in tutti i mercatini, a partire da quelli con il marchio Coldiretti, che stanno nascendo in Italia per tagliare i passaggi di intermediazione tra produttore e consumatore. Ma ora c’è un salto in avanti con posti di lavoro che vengono ricoperti da ex detenuti e da pazienti psichiatrici. Il progetto si chiama «Orto in bici», impegna tre persone a tempo pieno nella raccolta degli ordini e nei meccanismi di distribuzione, e coinvolge, a poche settimane dalla nascita, già una cinquantina di famiglie nella provincia di Benevento.

LEGGI ANCHE: L’orto in tasca, la grande mappa delle aziende agricole che vendono a Km 0

ORTO IN BICI, SPESA A KM ZERO –

Le persone che vi lavorano sono state selezionate da due cooperative, Il Melograno e La solidarietà, e dal Consorzio Mediterraneo sociale, che hanno beneficiato di un finanziamento di diecimila euro messi a disposizione dalla fondazione “Con il Sud”. Le famiglie ogni settimana procedono con gli ordini e ricevono la merce a domicilio direttamente dai produttori, entro 24 ore dalle richieste. I prodotti sono coltivati in regime biologico da aziende agricole delle province di Benevento, Avellino e Salerno. Ed oltre frutta e ortaggi si aggiungono caffè e miele lavorati dai detenuti di Bellizzi Irpino, Ariano Irpino, Lauro e Pozzuoli.

(L’immagine di copertina è tratta dalla pagina Facebook dedicata al progetto)

PER APPROFONDIRE: Distributori automatici di frutta e verdura a km0, la nuova frontiera del mercato ortofrutticolo

LEGGI ANCHE: