Tumore al fegato: la speranza di un vaccino in via di sperimentazione

Comprende 16 molecole differenti. Si chiama Hepavac-201 e d è stato messo a punto all’Istituto Pascale di Napoli

come depurare il fegato

NUOVA TERAPIA PER IL TUMORE AL FEGATO

Il tumore al fegato è uno dei più micidiali. Ma arriva dall’Italia, e in particolare da uno dei migliori Istituti che abbiamo nella lotta contro il cancro, il Pascale di Napoli, una nuova terapia arrivata alla seconda fase di sperimentazione. Si chiama Hepavac-201, comprende ben 16 molecole che agiscono a largo spettro e impediscono alle cellule tumorali di sottrarsi all’azione del sistema immunitario. La terapia potrebbe essere efficace per evitare recidive, migliorare la qualità della vita dei pazienti e aumentare la soglia della sopravvivenza. Hepavac-201 potrebbe essere il primo vaccino al mondo contro il tumore al fegato: il progetto, entrato nella fase decisiva dopo dieci anni di studi e di prime sperimentazioni, è realizzato da un team guidato da Luigi Bonaguro, direttore del Laboratorio di Modelli Immunologici Innovativi del Pascale, Francesco Izzo, direttore dell’Unità operativa di Chirurgia Epatobiliare e Paolo Ascierto, oncologo, coordinatore dell’Unità di Sperimentazione. Se i risultati saranno quelli auspicati, Hepavac-201 potrebbe diventare un vaccino da produrre su larga scala contro il tumore al fegato. 

COME SI PROTEGGE IL FEGATO:

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto