Questo sito contribuisce all'audience di

Ma perché le soste in autostrada sono così salate?

Condivisioni

Mio padre amava viaggiare in macchina. Ci caricava per lunghi viaggi in autostrada, durante i quali la sosta negli autogrill era un rito: ricordo ancora la spasmodica attesa prima della pausa in un motel della Fini per assaggiare i tortellini bolognesi con la panna. In questi giorni milioni di italiani si sono messi in movimento sulle nostre autostrade e hanno potuto misurare, ancora una volta, lo scandalo dei prezzi negli autogrill. Sono assolutamente fuori mercato e, mancando una vera concorrenza, l’automobilista è costretto a un autentico “prendere o lasciare”.

Un panino non costa meno di 4 euro, una bottiglietta di acqua minerale (in plastica) due euro, un caffè più di un euro. Mai uno sconto, una promozione, come pure avviene in tutti i supermercati delle nostre città. Perché questo ingiusto salasso dei viaggiatori? Possibile che non ci sia un rimedio? L’Autogrill gode del privilegio del monopolio, e quando manca la concorrenza è sempre il consumatore a rimetterci. Ma forse è venuto il momento che anche nei punti di ristoro delle autostrade si accorgano che i tempi sono cambiati, e i prezzi devono scendere.