Questo sito contribuisce all'audience di

Mozziconi a terra, a Torino la prima multa: a una commerciante

Ornella Rovetto, una commerciante di ferramenta, è stata multata in pieno centro della città. Ma ancora non sa quanto deve pagare. E ha chiesto inutilmente un portacenere, pure previsto dalla legge.

Condivisioni

IMPORTO MULTA PER MOZZICONI A TERRA –

La prima multa per i mozziconi a terra è arrivata oggi, a Torino, dopo 72 giorni dall’approvazione della legge nazionale che vieta questo comportamento.

LEGGI ANCHE: Mozziconi a terra, la legge che prevede le multe

A TORINO LA PRIMA MULTA PER MOZZICONI A TERRA –

L’infrazione è stata contestata a Ornella Rovetto, una commerciante di ferramenta, nella centralissima via Chiesa della Salute. Che cosa è accaduto? Semplicemente che un furgone aveva parcheggiato davanti al negozio, lei è uscita fumando e, davanti ai vigili, ha gettato a terra la cicca.

foto

L’IMPORTO DELLA MULTA –

A quel punto i vigili hanno fatto il verbale, senza però specificare l’importo della contravvenzione, che varia da 60 a 300 euro. Inoltre la donna, che fuma un pacchetto di sigarette al giorno, ha anche chiesto se fosse possibile mettere un portacenere nella strada che lei frequenta (cosa, tra l’altro, prevista dalla stessa normativa). E i vigili hanno risposto che per questo doveva rivolgersi all’ufficio del Decoro Urbano di Torino e chiedere un’autorizzazione.

Ora, se è vero che questa legge è giusta, per quanto odiosa, in quanto serve a reprimere un atteggiamento incivile, è anche vero che i vigili dovrebbero avere buonsenso nell’applicarla. Buonsenso e trasparenza, perché un cittadino ha il diritto di sapere l’importo che dovrà pagare per un’infrazione. Infine, la legge prevede i portacenere: quindi bisogna metterli. Altrimenti sarà la pubblica amministrazione a non rispettare le norme. E la legge, oltre che ingiusta diventerà inapplicabile.

(Fonte immagine: La Stampa)

PER APPROFONDIRE: Posacenere tascabile gratis a Madrid, così si combattono i mozziconi a terra

LEGGI ANCHE: