Impianto di rifiuti diventa pista da sci a Copenhagen | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Impianto di rifiuti diventa pista da sci a Copenhagen

Trentunmila metri quadrati di piste da sci, con neve artificiale, formata attraverso macchine alimentate dal riciclo dei rifiuti. Si tratta di un’inedita forma di “spazzatura ludica”, firmata da Bjarke Ingels,

Un impianto per i rifiuti, un moderno termovalorizzatore, che diventa una pista da sci, aperta tutto l’anno per i cittadini. A Copenhagen, nella periferia della città, si è finalmente aperto il cantiere per un super-impianto di smaltimento della spazzatura completamente waste-to-energy, ispirato cioè all’idea di non sprecare energia ed anzi produrla e utilizzarla al meglio. A partire dal riciclo dell’immondizia.

PISTA DA SCI SUL TETTO. Sul tetto del termovalorizzatore, che sostituirà il precedente costruito già quarant’anni fa, ci sarà infatti una superficie pari a 31mila metri quadrati di piste da sci, con neve artificiale, formata attraverso macchine alimentate dal riciclo dei rifiuti. Si tratta di un’inedita forma di “spazzatura ludica”, firmata da Bjarke Ingels, un architetto danese trentenne, che con il suo progettto ha già vinto diversi premi in giro per il mondo.

LEGGI ANCHE: Nantes capitale verde d’Europa, la metà dei cittadini non usa l’auto

“Un impianto di smaltimento dei rifiuti che diventa anche pista da sci è il migliore esempio di una città e di un edificio sostenibile allo stesso tempo dal punto di vista ecologico, economico e sociale” dice Ingels, che ha già firmato un enorme parco urbano multietnico nel pieno centro di Copenhagen, con arredi urbani ispirati alle diverse nazionalità delle popolazioni che risiedono nella città. Dalla fontana del Marocco ai neon del Qatar fino alla piovra-scivolo del Giappone.

LEGGI ANCHE: Fotovoltaico da balcone, dimezza costi ed emissioni

MODELLO DA ESPORTARE. Il nuovo impianto di Copenhagen andrebbe visitato e studiato da tutti gli amministratori locali che in Italia si oppongono a qualsiasi opera destinata allo smaltimento dei rifiuti. Se in un paese green come la Danimarca si costruisce un termovalorizzatore con tanto di pista da sci, forse qualche dubbio sul “no sempre e comunque” agli impianti andrebbe messo in cantiere.

Le città cambiano, e diventano più vivibili, anche grazie al coraggio di qualche bravo amministratore e alla capacità visionaria di un architetto che conosce bene le leggi dell’ambientalismo.

PER APPROFONDIRE: Il nostro speciale sul riciclo creativo

Shares