'Bull Off', fumetti contro il bullismo - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

‘Bull Off’, i fumetti realizzati dagli studenti che mettono i bulli fuori gioco (video)

Secondo i dati Istat, in Italia un ragazzino su due è vittima di episodi di bullismo, spesso fra gli 11 e i 17 anni, anche se il periodo più critico è quello tra gli 11 e i 13. Per far fronte a questa vera e propria emergenza l’Istituto degli Innocenti di Firenze ha avviato un progetto molto interessante

Relegare i bulli in un fumetto per sconfiggerli nella realtà. Con questo scopo l’Istituto degli Innocenti di Firenze ha avviato il progetto ‘Bull Off’, grazie al quale oltre mille studenti hanno potuto documentare le angherie che hanno subito, costringendo la classe a ragionare sull’inutilità della prepotenza tra i banchi di scuola. Un’iniziativa interessante perché stimola i più piccoli a dar libero sfogo alla loro creatività in un ambito fortemente istruttivo, con l’obiettivo di porre un freno a un fenomeno che è tutt’altro che debellato.

FUMETTI CONTRO IL BULLISMO

Secondo i dati Istat, infatti, in Italia un ragazzino su due è vittima di episodi di bullismo, spesso fra gli 11 e i 17 anni, anche se il periodo più critico è quello tra gli 11 e i 13.

LEGGI ANCHE: Ecco all’opera il branco che minaccia e insulta il professore. Ma non è bullismo, è la violenza di ragazzi protetti dai genitori (video)

PROGETTO BULL OFF

Il progetto ha coinvolto, da novembre 2017 a giugno 2018, un totale di 1.200 studenti di 4 istituti comprensivi (IC Galilei di Pisa, IC Toniolo di Pisa, IC Calamandrei di Firenze e IC Ghiberti di Firenze). I ragazzi sono stati seguiti da 80 insegnanti che, insieme a psicologi e ai mediaeducatori, hanno lavorato per costruire già dai banchi di scuola gli anticorpi migliori per contrastare ogni tipo di comportamento violento, sia psicologico che fisico. Attraverso i fumetti, gli studenti hanno raccontato le loro esperienze personali che sono diventate un ottimo mezzo per far immedesimare tutti i componenti della classe in coloro che subiscono dei torti. Attraverso il lavoro di gruppo gli studenti hanno, inoltre, avuto modo di costatare come una vittima di bullismo può soffrire e perdere la fiducia negli altri e in se stessa.

PER APPROFONDIRE: Marco ha detto “no” al bullismo e invita tutti a fare altrettanto, parlandone (video)

ISTITUTO DEGLI INNOCENTI DI FIRENZE

I fumetti, che in molti casi sono stanti anche montati in dei corti, sono stati pubblicati nel blog bulloff.trool.it, all’interno del quale sono costudite le paure, le sofferenze ma anche il lieti fine, di cui sono stati protagonisti questi ‘disegnatori’ d’eccezione. Il progetto oltre a veicolare un messaggio estremamente positivo ha permesso ai ragazzi di mettersi alla prova con formati nuovi. Nella produzione delle vignette, infatti, hanno imparato ad usare le tecnologie, come ad esempio il montaggio video, in modo costruttivo e utile anche alla didattica. A conclusione dell’iniziativa l’Istituto degli Innocenti di Firenze ha organizzato anche incontri con i genitori, fondamentali per mettere in piedi una maggiore collaborazione tra scuole e famiglie. Un’alleanza decisiva per sconfiggere i bulli, non solo tra i banchi ma nella vita.

LE SCUOLE DA IMITARE:

Shares