Questo sito contribuisce all'audience di

Enzo Muscia, l’operaio che ha comprato la sua fabbrica fallita. Una storia vera, che diventa una fiction tv con Beppe Fiorello (foto)

Siamo in Brianza, dove la A-novo, specializzata in assistenza post vendita di apparecchiature elettriche, porta i libri in tribunale. A quel punto Muscia ipoteca la casa, investe la liquidazione e raccoglie fondi. E riapre salvando 300 posti di lavoro

Condivisioni

DIPENDENTE ACQUISTA AZIENDA FALLITA 

Sarà una fiction imperdibile, in onda su Rai1 con il titolo Il mondo sulle spalle, e Beppe Fiorello nei panni del protagonista, l’operaio-imprenditore Enzo Muscia, dal 2017 anche Cavaliere del Lavoro con decreto firmato dal presidente della Repubblica.

Ma chi è Enzo Muscia? Un eroe civile, un uomo coraggioso, capace di non arrendersi di fronte al rischio di un grande spreco di professionalità, competenze, passione per il lavoro. E di vite umane. Per trent’anni Muscia ha lavorato da semplice operaio a tecnico specializzato fino alla qualifica di direttore commerciale, alla A-novo, un’impresa di Saronno specializzata nell’assistenza post vendita di apparecchiature elettroniche in garanzia, schermi tv, monitor e macchine per carte di credito e bancomat. Un’azienda leader nel suo settore, nata dalla fusione di due società, una francese e l’altra italiana, capace di contare su clienti con grandi nomi dell’elettronica e delle telecomunicazioni, come Philips e Sky.

 LEGGI ANCHE: Donne al lavoro, mariti disoccupati. Così si salvano 1 milione di famiglie

ENZO MUSCIA A-NOVO 

Nel 2010, l’improvviso disastro. L’opaco mondo dell’assistenza non assicura più posizioni di rendita, neanche a un’azienda dal passato impeccabile come Anovo. Servono investimenti, innovazione, capacità tecnologiche di altissimo livello. Tutte cose che i francesi non hanno intenzione di sviluppare in Italia. Da qui prima il ridimensionamento del personale (con il licenziamento di Muscia), e poi la chiusura di impianti e uffici. Con la liquidazione di una storia prima ancora che di un’attività imprenditoriale.

AZIENDA RINATA GRAZIE AI DIPENDENTI 

Il percorso dell’azienda nelle mani del curatore giudiziario si allunga, fino a quando Muscia getta il cuore oltre l’ostacolo e si trasforma da dipendente (licenziato) a padrone (che assume i suoi ex colleghi). Per finanziare la scommessa della vita Muscia ipoteca la casa, investe tutti i soldi della liquidazione, si fa finanziare dalla moglie e dagli amici. Cerca soldi ovunque. E li trova, tanto da diventare il nuovo padrone dell’azienda, con il nome cambiato in A-Novo, come segno di discontinuità dalla precedente esperienza.

Muscia riassume 300 operai, tantissimi in un territorio così piccolo come Saronno, rilancia la società sul mercato e l’azienda riprende quota. Tanto che l’ex operaio entra nella lista dei cavalieri del Lavoro firmata da Sergio Mattarella nel 2017. E la sua storia, unica e avvincente, ispira una fiction televisiva dove l’eroe Muscia è interpretato da Beppe Fiorello. Un altro successo annunciato.  

STORIE DI UOMINI E DONNE MOLTO CORAGGIOSI: