Questo sito contribuisce all'audience di

Come fare un bikini da una bottiglia di plastica

di Posted on
Condivisioni

Il must have sulle spiagge dell’estate 2012 sarà un bikini trendy, glamour ma soprattutto eco. Si perché il marchio fashion Agogoa si è inventato questo due pezzi creato interamente con materiali riciclati, principalmente con la plastica recuperata dalle bottiglie che di solito possono solo aspettarsi di finire nel bidone della plastica riciclata: così invece sarà data loro un’insospettabile nuova vita. L’azienda bolognese con questa linea di prodotto si è data l’obiettivo di dimostrare che il desiderio di essere alla moda può benissimo sposarsi con un’anima attenta all’ambiente. Come leggiamo in un articolo di GreenMe, il brand fondato da Jerry Tommolini per i suoi due pezzi estivi ha riciclato ogni tipo di bottiglie in PET: del latte, delle bottiglie d’acqua e delle normali bibite. "Il polietilene tereftalato – hanno fatto sapere dalla Agogoa – è comunemente utilizzato per imballaggi di uso quotidiano, come ad esempio, le bottiglie d’acqua, e può essere riutilizzato. Da questo materiale infatti può essere ricavata una fibra di qualità regolare e con caratteristiche uguali a quelle possedute da materie prime vergini. La filatura, prodotta da Filature Tessiture Mirogli, azienda impegnata nel ridurre l’impatto ambientale grazie al riuso di polietilene, si chiama Mirhon Newlife: non solo per la sua produzione non viene impiegato ulteriore petrolio ma, durante la lavorazione, viene utilizzata una ridotta quantità di energia". L’azienda ha annunciato che la vendita della nuova linea di costumi in plastica riciclata – composta per lo più due pezzi a triangolo nei toni dell’arancio, del marrone e del lilla – avverrà esclusivamente online, su un portale a breve accessibile dal sito dell’azienda bolognese. (greenme.it)