Questo sito contribuisce all'audience di

La birra a Bruges passa sottoterra: niente più traffico e camion inquinanti

L'idea è nata da un'intuizione del titolare del birrificio De Halve Mann preoccupato per l'ambiente e per la qualità della vita della cittadina

di Posted on
Condivisioni

Birra Bruges – In Belgio la birra passa nelle tubature, evitando lo spreco e l’inquinamento del trasporto su camion: succede a Bruges, dove un birrificio storico della città ha ottenuto l’autorizzazione dal Comune di costruire una sorta di oleodotto sotterraneo che però trasporterà birra, invece che petrolio. Una condotta che servirà a portare la bevanda prodotta in una fabbrica al centro della città fino a un impianto di imbottigliamento in periferia. E che eviterà il passaggio quotidiano di circa 500 camion.

LEGGI ANCHE: Birra avanzata, un ottimo rimedio per l’orto

Fabbrica birra Bruges – I camion-cisterna che trasportano birra compongono l’85% del traffico stradale di Bruges, il gioiello architettonico belga guadagnatosi l’appellativo di “Venezia del Nord”. Xavier Vanneste, titolare della distilleria di birra De Halve Mann (“la mezzaluna”), ha quindi avuto un’idea che consentirà alle strade lastricate di Bruges di non dover essere più calcate dai pneumatici dei mezzi pesanti: una condotta sotterranea lunga tre chilometri trasporterà la birra dalla distilleria, un edificio di cinquecento anni nel cuore della città, allo stabilimento che la imbottiglia, dal 2010 situato in una zona industriale contigua e non più in centro. “L’idea è nata dalla preoccupazione per l’ambiente e per la qualità della vita non per questioni di carattere economico”, ha spiegato Vanneste. La costruzione della struttura inizierà l’anno prossimo e sarà del tutto a carico della distilleria.

LEGGI ANCHE: Filiera agroalimentare italiana – quanti sprechi

Festa birra Bruges – Così ora Bruges non sarà solo famosa per la sua festa della birra, evento internazionale che raccogli più di 20mila appassionati di birra in tutta Italia, ma anche per il suo “birradotto”. Vi avevamo già parlato di come anche la birra potesse costituire un’occasione per non sprecare, attraverso l’intervista a Laura Bettini, conduttrice del programma green di Radio 24, “Respiro”: alle nostre telecamere aveva raccontato della Carlsberg Italia e del suo metodo intelligente per trasportare la birra senza sprecare: sostituire i contenitori di alluminio con quelli in plastica riciclabile, preservando la qualità del prodotto. Vi raccontiamo tutte queste good news per dimostrare come questi modelli di non spreco siano possibili, imitabili ed esportabili.

PER APPROFONDIRE: App. l’orto in tasca per fare la spesa bio con un click