Questo sito contribuisce all'audience di

Nell’isola di Alicudi, la memoria di Franco Scaglia rivive in una grande biblioteca fra cielo e mare

Nella più lontana delle Eolie, la moglie del grande scrittore e giornalista ha donato alla piccola comunità settemila libri che verranno ospitati all’interno della scuola. Un gesto che guarda alle nuove generazioni, e non solo, che troppo spesso, in questi paradisi terrestri, sono costrette a fare a meno della cultura

Condivisioni

BIBLIOTECA ALICUDI

Più o meno mille libri per abitante. Sull’isola di Alicudi, in Sicilia, è stata da poco inaugurata una Biblioteca intitolata a un grande del giornalismo e della letteratura italiana, Franco Scaglia. Un luogo di cultura, che ha preso forma grazie alla dedizione della moglie Mascia Musy, che ha voluto regalare alla piccola comunità isolana i volumi che ha raccolto in vita Scaglia. Un gesto tanto semplice, quanto importante soprattutto per le nuove generazioni che nascono in territori come questi, dove le barriere naturali purtroppo alzano muri difficili da superare anche per la cultura. Alicudi infatti è la più lontana delle isole delle Eolie e, a fronte degli oltre 500 turisti estivi, durante l’inverno arriva a contare appena settanta persone.

LEGGI ANCHE: Distributore automatico di storie, quando la lettura diventa il migliore dei passatempo (video)

BIBLIOTECA FRANCO SCAGLIA

La biblioteca è nata all’interno della Scuola più piccola d’Italia, ed è ancora aperta solo grazie alla caparbietà del Dirigente scolastico di Lipari, da cui dipende la struttura di Alicudi. L’istituto, dopo questa donazione, però potrà vantare più libri di molte altre scuole sul Continente, andando a costituire una fantastica eccezione. E pensare che sull’isola manca addirittura un’edicola, per questa ragione la scelta di aprire una biblioteca che ospita volumi, tra cui testi di narrativa italiana e straniera, poesia, viaggi, letteratura poliziesca e fantascienza, è una vera e propria scommessa culturale. Un azzardo che farebbero bene ad emulare anche le altre piccole isole italiane per dare una possibilità in più ai propri abitanti. Quale migliore strumento infatti di un bel libro per contrastare il senso di isolamento?

BIBLIOTECHE NELLE ISOLE

La biblioteca raccoglie i libri Franco Scaglia, scomparso nel 2015, e che proprio nella sua casa di Alicudi si è dedicato alla scrittura. Un’isola che lo scrittore e giornalista amava visceralmente, tanto da volersi sdebitare con questo lascito. “In un luogo magico fra cielo e mare – ha dichiarato Musy a ‘Il Notiziario delle isole Eolie’ – dove ci si muove soltanto a piedi su gradini e mulattiere e dove ci sono solo due piccoli alimentari, la guardia medica, la scuola e la posta – ma non un giornalaio e tantomeno una libreria – spero che la Biblioteca Franco Scaglia possa diventare un Tesoro dell’Isola di Alicudi”. La speranza, infatti, è che la struttura possa diventare anche un centro culturale per l’isola.

La foto è tratta da Repubblica.

L’IMPORTANZA DELLA LETTURA

Leggere, leggere, leggere: anche per navigare meglio e senza rischi sul web

Leggere rende felici, e salvare le piccole librerie è un dovere utile per tutti noi

Gruppo di lettura, si organizza anche in salotto. Massimo 15-20 persone. Per il piacere di leggere insieme

Leggere fa bene al cervello. Un potente massaggio ai neuroni