Anche nell'Alta moda l'imperativo è Non Sprecare. | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Anche nell’Alta moda l’imperativo è Non Sprecare.

di Posted on

Le borse di Carmina Campus fatte dalle donne del Camerun con materiali di riciclo sono le protagoniste del progetto Ethical Fashion di AltaRoma, nella nuova in edizione della kermesse di moda nella capitale, in programma da domani al 3 febbraio. All’indomani delle polemiche sul declino dell’appeal delle sfilate romane su creativi e creativita’, arriva l’annuncio di un nuovo impegno sociale della moda.

L’appuntamento e’ per il prossimo 2 febbraio da Re(f)Use di Carmina Campus, spazio che propone moda e design realizzati con materiali ecologici di riciclo, sotto la guida di Ilaria Venturini Fendi, figlia di Anna Fendi. Linea guida del progetto e’ la guerra senza quartiere agli sprechi. Carmina Campus lavora invece per trasformare i materiali di scarto in prodotti creativi.

Il mondo di Re(f)Use e’ popolato di lampade, mobili, gioielli di filo elettrico, collane di quadranti di orologi, piatti rotti che, come le cravatte usate diventano monili. E ci sono poi le borse Carmina Campus, diverse una dall’altra, numerate, custodite in una stanza-caveau.

Carmina Campus ideata nel 2006 da Ilaria Venturini Fendi (ex direttore creativo di Fendissime) s’impegna a portare questa sua filosofia e i semi dello sviluppo sostenibile in alcune aree povere del mondo, in particolare del continente africano.

La prima borsa creata da Carmina Campus e diversi modelli successivi sono stati dedicati a Stopfgm!, una campagna contro la barbara usanza delle mutilazioni genitali femminili. Altre borse contribuiscono invece al progetto della Aidos, Adotta una madre, pensato per le donne del terzo mondo che vivono in condizioni terribili. Ora e’ la volta di un legame speciale anche con un villaggio del Camerun dove un gruppo di donne, che hanno subito violenze bestiali di ogni tipo, sono state riunite in un progetto che utilizza le loro capacita’ artigianali e mira alla bonifica di un’area su cui possa nascere un giardino di piante officinali.

Le Cameroon bags sono cappelli lavorati all’uncinetto da queste donne, poi montati in forme di borse nel nostro Paese. Le Message bags utilizzano quadranti di materiali di riciclo.

Shares